Granata contro gli impresentabili: "Chi ha procedimenti penali in corso, stia lontano da Musumeci" :ilSicilia.it

Il codice etico antimafia

Granata contro gli impresentabili: “Chi ha procedimenti penali in corso, stia lontano da Musumeci”

di
9 Settembre 2017

«Il forte richiamo etico e politico a tutte le liste e a tutti i partiti che sosterranno la candidatura di Nello Musumeci alla Presidenza della Regione relativo a un rigoroso rispetto del Codice Etico della Commissione Parlamentare Antimafia non può cadere nel vuoto». Lo dichiara Fabio Granata, esponente di #Diventeràbellissima.

«Alcuni aspiranti candidati con procedimenti penali in corso su reati previsti dal codice etico antimafia hanno trovato infatti le porte di Diventerà Bellissima ben chiuse, ma non vogliamo ora ritrovarli nelle altre liste dei partiti che hanno deciso di sostenere la candidatura di Musumeci. E non può essere sempre lui a “bloccarli”, sovraesponendosi in modo evidente. Per questo – conclude – facciamo nostro l’appello lanciato ieri da Musumeci e diciamo con lui “meglio perdere 10000 voti che la dignità”. Noi la nostra l’abbiamo ben difesa sempre, ora tocca ad altri essere all’altezza della sfida lanciata da Musumeci».

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.