Grande successo a Mazara del Vallo per "Blue Sea Land"| Foto :ilSicilia.it
Trapani

Domenica 7 ottobre la giornata conclusiva

Grande successo a Mazara del Vallo per “Blue Sea Land”| Foto

di
7 Ottobre 2018

Ventidue Paesi che si affacciano sulle coste dell’Oceano Indiano aderenti all’associazione I.O.R.A. (Indian Oceana Rim Association) guardano a Blue Sea Land per la condivisione di buone prassi e di progetti ad alta tecnologia legati alla blue economy del mare. Si è concluso con un protocollo d’intesa tra le aziende siciliane, che presto si apriranno alla collaborazione con i paesi IORA, la terza giornata di convegni di Blue Sea Land, l’Expo dei cluster del Mediterraneo, Africa e Medioriente.

Come ha spiegato il presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino CarlinoSiamo qui al servizio delle imprese siciliane con l’obiettivo di aprirci a nuovi mercati nel rispetto dei principi della blue economy. E’ stato firmato un protocollo d’intesa tra il Distretto ed il Polo Industriale Meccatronica Sicilia che presto avvierà la prima missione in Kenia per trasferire il nostro know-how tecnologico”. Lo stesso presidente Carlino ha dato notizia che, a seguito di alcuni incontri B2B svolti nel corso di Blue Sea Land, è stato siglato un accordo fra un cantiere di Mazara del Vallo e un armatore egiziano per la costruzione di un’imbarcazione da pesca di altura.

Il sindaco di Mazara del Vallo, Nicolò Cristaldi  ha sottolineato il carattere socio culturale di Blue Sea Land spiegando che il futuro del pianeta non si muoverà soltanto attorno al business, ma anche allo scambio di esperienze umane e culturali, di cui Mazara è stata capitale nel Mediterraneo per lingue e religioni.

L’Ambasciatore Massimo Gaiani, direttore generale per la Mondializzazione del MAECI (Ministero Affari Esteri) ha dichiarato: “I temi della blu e green economy sono di interesse globale, ed è Blue Sea Land la piattaforma ideale per avviare nuovi sinergie, come aveva intuito Giovanni Tumbiolo”.

Nomvuyo Nokwe, segretario generale dell’Associazione IORA ha spiegato “L’associazione dei Paesi dell’Oceano Indiano è nata nel 1997 per volontà di Nelson Mandela, il nostro padre ideale. Oggi essa racchiude 22 Paesi che si aprono sull’Oceano Indiano, realtà geografiche più o meno sviluppate, grandi aree geo-economiche come India e Sudafrica, sino all’ Indonesia ed Australia, da est ad ovest. Il focus centrale in questi anni di direzione sudafricana, è la blue economy declinata nei suoi assi fondamentali, un’economia non invasiva che non intacchi le risorse naturali, dalla ricerca, alla sostenibilità dei processi della pesca e della cantieristica. Stiamo istituendo gruppi di lavoro specifici anche sulla sicurezza alimentare e nel lavoro, una nostra base è al momento in Oman ed un’altra in Iran dove l’Associazione IORA è già al lavoro nei settori della desalinizzazione e nuove tecnologie”.

All’incontro dedicato al “Ruolo della ricerca italiana nel Mediterraneo”, moderato dall’Ambasciatore Umberto Vattani, presidente della Venice International University, sono intervenuti il presidente del CNR, Massimo Inguscio e il commissario Italiano per Expo Dubai 2020, Paolo Glisenti, il sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi e il presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino Carlino.

Nel corso dell’incontro lo stesso commissario Glisenti parlando dell’Expo Dubai 2020 ha rivolto un invito affinchè Blue Sea Land e la Città di Mazara del Vallo partecipino all’interno Padiglione Italia. L’invito è stato raccolto con grande soddisfazione sia dal presidente Carlino che dal sindaco Nicola Cristaldi. 

Grande cornice di pubblico in occasione dello spettacolo musicale che ha animato la manifestazione sulla scalinata di piazza Mokarta, di fronte al lungomare Mazzini. Protagonisti il noto pianista Fabrizio Mocata che al pianoforte ha accompagnato il soprano internazionale Felicia Bongiovanni nel brano “Oblivion” di Astor Piazzolla.

L’esibizione musicale ha preceduto lo spettacolo danzante della Dance Works con coreografie della bravissima Carla Favata e assistente alla coreografia Carola D’Angelo.

Moltissima gente ha affollato anche le principali piazze e vie del centro storico mazarese, nel percorso dell’Expo, per conoscere e degustare, tra spettacoli e animazione, le eccellenze agroalimentari prodotte dalle aziende partecipanti. Grande affluenza anche presso la maxi area del Dipartimento Regionale Pesca Mediterranea dove si svolgono cooking-show. Successo di pubblico anche per le area allestite dal MIPAAFT, dalla Regione Calabria, da TuttoFood e dal San Lorenzo Mercato di Palermo, con spettacoli musicali itineranti.

La giornata conclusiva di Blue Sea Land culminerà nella tradizionale “preghiera rotariana fra i popoli”. Come già avvenuto nelle precedenti edizioni a conclusione di Blue Sea Land rappresentanti delle maggiori religioni reciteranno una preghiera comune, l’invocazione rotariana, che travalica le differenze fra popoli, culture e religioni diverse e per promuovere il dialogo interreligioso e interculturale, strumenti necessari per creare, un clima di comprensione e di pace. Ciò avverrà alle 16:30 nella Kasbah di Mazara del Vallo, in quella che Giovanni Tumbiolo aveva denominato “piazza Blu”, fra la Moschea Ettakwa e la Chiesa di San Francesco) dove da secoli convivono popoli, culture, cibi, tradizioni, lingue, religioni, stili. Esempio da esportare.

Convegni e workshop domenica 7 ottobre:

9:30, Auditorium “Mario Caruso”: “Panorama del Mediterraneo: l’aria che tira!”, sono invitati i rappresentanti governativi dei Paesi del Mediterraneo;

9:30, Complesso Monumentale “Filippo Corridoni”: “Innovazione, piani di gestione e cooperazione transfrontaliera. La ‘via blu’ della pesca del Mediterraneo”. In memoria di Giovanni Tumbiolo;

11-13/18-22, Area Istituzionale Spazio “Tra terra e mare”: “Master Class, marketing e neuromarketing. Prova esperenziale dimostrativa sull’efficacia della comunicazione e del marketing emozionale”, a cura del centro di ricerca di neuromarketing dell’Università IULM di Milano;

Dipartimento Pesca del Mediterraneo domenica 7 ottobre:

Ore 18  “Mare senza barriere” Come rendere libero l’accesso al mare per i disabili;

Ore 19 “Identità e patrimonio immateriale della pesca tra cultura ed economia” – Il valore delle tradizioni nella crescita socioeconomica del settore della pesca;

Nella stessa area istituzionale tutti i giorni, dal 4 al 7, dalle ore 11 alle 13 e dalle ore 18-22:

-Sicilia Seafood: innovazione e tradizione laboratori di neuromarketing.

-Spazio “Tra terra e Mare”.

Prodotti protagonisti: Gambero Rosso e crostacei di qualità, Tonno Rosso, Acciughe, specie ittiche alternative (ricco pesce povero), specie ittiche allevate di qualità, vini, oli e altri prodotti di qualità in abbinamento ai prodotti ittici. Rassegna delle aziende della pesca, della trasformazione ittica e dell’acquacoltura per strategie di mercato innovative;

Eventi e spettacoli 7 ottobre

9-13 –  lungomare Mazzini: Guinness del “Pi greco”

11 – via San Giuseppe: visite guidate alla Casbah: “Free Walking Tour”, Altrove Project;

15:30–19:30, villa Iolanda: la compagnia internazionale di danza Storica Harmonia Suave diretta  da Carla Favata presenta: Pic Nic Ottocentesco;

ore 12:30-15, Largo Badiella: street food al villaggio gastronomico Sanlorenzo Mercato

16, piazza San Francesco: invocazione Rotariana per la Pace dei Popoli;

17, sala La Bruna, Collegio dei Gesuiti: presentazione libro di poesie Ignazio Balistreri, a cura dell’associazione Alchimie;

17, piazza San Bartolomeo: degustazione di pasta allo scoglio;

18, largo Badiella: street food presso villaggio gastronomico Sanlorenzo Mercato;

18, vicolo Giattino (Piazzetta e Terrazza): degustazione Cous Cous e Vini Cantina Pellegrino. A seguire Dj set  Flavio Lopez, a cura di VicoliDiVini & Cult wine bar;

18, piazza San Michele: esibizione “i Gentleman” a cura del Liceo Adria Ballatore;

18, largo Badiella: street food presso villaggio gastronomico Sanlorenzo Mercato

18:30–22, largo Madia, Largo della Sublime Porta: “Tango & Wine”, eventi musicali e degustazione di vini

Special guest Fabrizio Mocata;

18:45, centro storico, gruppo folk itinerante “i Burgisi” di Marsala;

19:30, piazza San Michele: esibizione del gruppo multiculturale a cura dell’ I.S. Ruggero d’Altavilla;

20, piazza San Michele: esibizione gruppo musicale a cura dell’ I.S. Ruggero d’Altavilla;

21, largo Badiella: esibizione “4 Spazi”, musica soul-funky-jazz-pop al villaggio gastronomico Sanlorenzo Mercato;

21, piazza San Bartolomeo: “Grande festa del dolce” (degustazione con ticket);

21, collegio dei Gesuiti: esibizione del gruppo folk Marsala Antica;

21, piazza Mokarta: flash mob a cura di abilmente uniti;

22, piazza San Bartolomeo: Gruppo folk “i Picciotti di Matarò” di Marsala, sfilata e spettacolo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin