19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.01
Palermo

Il rapper più ascoltato di Fedez su spotify

Grandissimo successo di pubblico per la presentazione del primo disco di Ghali alla Feltrinelli

7 Giugno 2017

Grandissimo successo di pubblico per il repper Ghali alla Feltrinelli di Palermo. Il musicista che su Spotify è più ascoltato di Fedez è stato oggi a Palermo per presentare il suo primo disco dal titolo “Album” uscito lo scorso 26 maggio. Ad annunciare l’uscita del disco è stato proprio lui che spopola sul web, con un video sui social ha annunciato la data dell’uscita del disco che a giudicare dal numero dei fans presenti oggi è destinato ad essere un successo.

Ghali è nato il 21 maggio 1993 a Milano da genitori di origini tunisine, durante l’adolescenza si è trasferito con la sua famiglia nel quartiere di Baggio. Ghali ha raccontato di essere sempre stato un ragazzo con un carattere deciso e un po’ ribelle, insofferente nei confronti del sistema scolastico, perché secondo lui rappresentava un limite eccessivo alla sua libertà di espressione. La sua passione per il rap si è manifestata dopo la visione di “8 mile”, il film in cui il rapper Eminem ha raccontato la sua vita. In seguito, insieme ad alcuni amici, nel 2011, ha fondato il gruppo dei Troupe d’Elite. Uno fra i video della band ha suscitato la curiosità di Fedez, che sin da subito ha espresso il desiderio di collaborare con il gruppo. Da quel momento Ghali e i suoi amici hanno prodotto alcuni singoli, tra cui “Tanta Roba”, “Non capisco una mazza” e “Tupac e Biggie”.

Il vero successo per Ghali però è arrivato nel 2015 grazie all’intervento di Charlie Charles, un produttore che ha dimostrato di avere grande fiducia in lui e l’ha incoraggiato a realizzare nuovi singoli. Questa volta il risultato finale è stato sorprendente e il singolo “Come Milano” ha raggiunto oltre 3,5 milioni di visualizzazioni sul canale Youtube. La sua carriera parte da questo traguardo e continua attraverso nuove conquiste e qualche problema. Per girare il video del brano “Mamma” vola in Tunisia, dove viene arrestato e rilasciato poco dopo insieme ai suoi collaboratori.

A dicembre 2015 il suo successo ha raggiunto l’apice e Ghali viene definito come l’artista rivelazione dell’anno nel mondo rap. I suoi video continuano ad aumentare e a collezionare milioni di visualizzazioni. Dopo “Cazzo mene” e “Dende”, il suo singolo più famoso è “Ninna Nanna” che su Spotify ha riscosso un successo clamoroso, grazie anche all’aiuto di Charlie Charles. Il brano, divenuto virale in breve tempo, ha consacrato Ghali fra le nuove stelle del rap, garantendogli il doppio disco di platino. Il singolo successivo a “Ninna Nanna” è “Pizza Kebab”, in linea con i suoi lavori precedenti.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.