Guai in arrivo per il Calcio Catania, la Procura presenta istanza di fallimento :ilSicilia.it
Catania

UDIENZA FISSATA PER IL 25 MAGGIO

Guai in arrivo per il Calcio Catania, la Procura presenta istanza di fallimento

di
16 Maggio 2020

Sono giorni difficili per la sopravvivenza del Calcio Catania.

La Procura della Repubblica del capoluogo etneo ha infatti presentato istanza di fallimento nei confronti della società dell’Elefantino. L’udienza è stata fissata per il 25 maggio.

LE MOTIVAZIONI DELLA PROCURA

Alla base della decisione vi sarebbe l’assenza di una pianificazione industriale strategica e di un piano di ristrutturazione dei debiti credibile. Sotto l’occhio del ciclone anche gli attuali amministrazione della società sportiva rossoblu, per i quali è stata richiesta la sostituzione con nomina da parte degli amministratori giudiziari.

Dopo i numerosi fallimenti degli ultimi anni, fra cui quelli del Siracusa e dell’U.S. Città di Palermo, si prospetta una nuova pagina nera per il calcio siciliano. L’unica speranza di salvezza credibile, dopo il bluff della cordata texana, rimane il comitato di azionariato popolare che si era interessato negli scorsi mesi a rilevare le quote del Calcio Catania.

IL SINDACO POGLIESE: “SALVARE LA MATRICOLA”

Gli appelli ripetutamente lanciati alla proprietà del Calcio Catania a salvare la matricola originaria, sono purtroppo caduti nel vuoto col solo risultato di avere aggravato il pesantissimo onere debitorio e obbligato l’intervento della magistratura penale. Un atteggiamento che non spetta a noi giudicare, ma che valutiamo come gravemente irrispettoso nei confronti dei 74 anni di tradizione calcistica che hanno tenuto viva la passione di generazioni di catanesi per la maglia rossazzurra”.

Salvo Pogliese
Salvo Pogliese, sindaco di Catania

Questo è il commento del sindaco di Catania, Salvo Pogliese.

Non c’è altro tempo da perdere. Con un sussulto di dignità, si dia subito una svolta alla guida societaria, per salvare la matricola 11700 che alimenta un viscerale attaccamento ai colori rossazzurri che rappresentano qualcosa di più di un simbolo della nostra città”.

“In quella storia sportiva, sofferta e tribolata, c’è la nostra storia di catanesi che non mollano mai e non si rassegnano all’ingiustizia e alla sconfitta. Si definiscano subito i negoziati per garantire un futuro certo al Calcio Catania e alle centinaia di lavoratori che vi orbitano”.

“Di fronte all’unica offerta della cordata, se così dovesse essere, si valuti quella e si faccia presto: il tempo è scaduto. Il Sindaco della Città con l’Amministrazione Comunale sarà a fianco di chiunque salverà la matricola 11700 con un progetto serio di autentico rilancio. Noi ci siamo e ci saremo”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin