“Ho picchiato le altre, ora tocca a te”: arrestata stalker che tormentava l'ex :ilSicilia.it
Caltanissetta

a Caltanissetta

“Ho picchiato le altre, ora tocca a te”: arrestata stalker che tormentava l’ex

di
26 Novembre 2021

La Polizia di Stato – Squadra Mobile – ha eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di una ragazza nissena di 21 anni, indagata per il reato di stalking.

Il Giudice per le Indagini Preliminari, valutata la richiesta della Procura della Repubblica di Caltanissetta, ha disposto l’aggravamento della misura cautelare già applicata alla stalker. Non era più sufficiente il divieto di avvicinamento, difatti nonostante le prescrizioni del Giudice l’indagata continuava a reiterare la condotta criminale pertanto è stata sottoposta agli arresti domiciliari.

Durante una lite avvenuta pochi mesi fa, la vittima ha chiesto aiuto alla Polizia di Stato in quanto l’indagata stava litigando all’interno di un locale di Caltanissetta.

La ragazza avendo capito che a chiamare la Polizia fosse stata la vittima ha iniziato a perseguitarla facendo diventare un incubo la vita della giovane.

Appostamenti sotto casa e sul luogo di lavoro, minacce, pedinamenti e insulti di ogni tipo hanno determinato la vittima a denunciare.

La Squadra Mobile ha raccolto le dichiarazioni della vittima: “non ti faccio più uscire da casa”; “ho già picchiato altre ragazze e stasera tocca a te”;se non vieni subito qui ti cafuddu, non mi interessa niente della restrizione di 500 metri e neanche di 2000, sempre qui sono”; “stupida e pulla”. Queste sono una parte delle minacce e degli insulti subiti dalla persona offesa che l’hanno portata a recarsi presso gli uffici della Polizia di Stato.

L’indagata, nonostante una prima misura cautelare del divieto di avvicinamento, ha violato più volte le prescrizioni del Giudice, così come ha constatato la Squadra Volanti in occasione di diversi interventi.

La Squadra Mobile, non appena ricevuta l’ordine di esecuzione della misura cautelare, ha individuato l’indagata a Caltagirone dove si trovava temporaneamente, quindi gli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza l’hanno subito assicurata alla giustizia.

La Polizia di Stato ribadisce l’importanza di denunciare tempestivamente i reati subiti, così da permettere alla Squadra Mobile di ricostruire i fatti in modo puntuale, dando poi la possibilità all’Autorità Giudiziaria di valutare l’applicazione di un’immediata misura cautelare”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.