Human Freedom 2021, Conference show sulla giustizia climatica: "Una questione culturale" :ilSicilia.it
Palermo

L'EVENTO ORGANIZZATO DA RAIZES TEATRO

Human Freedom 2021, Conference show sulla giustizia climatica: “Una questione culturale”

di
24 Febbraio 2021

È il clima che decide la storia futura dell’uomo e la giustizia climatica è una questione culturale. Il tema, centrale nella discussione politica e intellettuale, è al centro della conferenza di chiusura della campagna sulla giustizia climatica del programma internazionale Human Freedom 2021, sabato 27 febbraio alle 20, in streaming, organizzato dalla compagnia palermitana Raizes Teatro insieme al Global Campus of Human Rights e ad AvantGardeLawyers, con i contributi della Columbia University, l’Università Roma Tre e l’Università degli Studi di Palermo.

GLI OSPITI

Nell’ambito della conferenza, gli artisti di Raizes Teatro nella performance “Last butnotLeast“, per la regia di Alessandro Ienzi, porteranno in scena i dilemmi etici e la consapevolezza archetipica del ruolo dell’uomo nel mondo. Patrick Andrade Mendes, Lorenzo Randazzo, Marina Mazzamuto e Nunzia Lo Presti interpreteranno dal vivo quattro persone che viaggiano per il mondo, per i luoghi più disparati, dal Polo Nord all’Africa centrale, dalle coste all’entroterra dei continenti, e scoprono che il mondo sta cambiando, perdendo forza, avviato verso un inesorabile declino.

Saranno l’attrice Marina Mazzamuto e Alessandro Ienzi, fondatore di Raizes Teatro e direttore di Human Freedom 2021, a presentare i contributi di quattro esperti mondiali sull’emergenza climatica e sul ruolo dei cittadini e della cultura nella risoluzione del problema.

Dall’Earth Institute della Columbia University di New York arriva il contributo del professor Mark Cane, massimo esperto mondiale di El Niño e del surriscaldamento degli oceani.

Ho avuto la fortuna di lavorare sugli oceani tropicali nell’era in cui siamo arrivati a comprendere e prevedere El Niño e l’oscillazione del sud (ENSO), l’ormai famoso modello di variabilità climatica interannuale con conseguenze globali ben pubblicizzate – dice Cane -. Steve Zebiak ed io abbiamo ideato il primo modello numerico in grado di simulare l’ENSO e nel 1985 abbiamo utilizzato questo modello per fare le prime previsioni, su base fisica, di El Niño. Nel corso degli anni il modello Zebiak-Cane è stato lo strumento principale utilizzato da molti ricercatori per migliorare la comprensione di ENSO e l’impatto sulle attività produttive dei paesi fondati sull’agricoltura e sulla pesca“.

Sempre dalla Columbia University, interviene la professoressa Robin Bell,  esperta di surriscaldamento globale, di scioglimento dei ghiacciai e innalzamento del livello del mare, organizzatrice di più di dieci spedizioni ai poli: “I poli sono spesso fuori mappa – spiega Bell – ma sono anche le regioni che stanno cambiando più rapidamente. Spetta a noi, la comunità scientifica polare, assicurarci che non cadano sotto silenzio, ecco perché ci sforziamo di capire i processi che stanno avvenendo nei poli, in modo da poter aiutare la società a capire come cambia il pianeta“.

Dall’università di Roma Tre dà il proprio contributo il professore Guido Giordano, geologo, autore per Rewtriter, blog online sul clima e sul suo legame con la giustizia sociale e sull’importanza dell’acqua quale massima risorsa per le vite presenti sul pianeta.

E infine il professore Maurizio Carta, del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo, offre una riflessione sulla città, sui suoi spazi, sull’urbanizzazione e sulle sua compatibilità con la natura.

La campagna Climate Justice di Human Freedom 2021 è iniziata il 29 gennaio scorso con presentazione del programma e la pubblicazione di “Urban Life vs Wildlife” e proseguita con altri quattro eventi in streaming.

La conferenza di sabato 27 febbraio sarà pubblicata sulle pagine FB di Human Freedom 2021 e di Raizes Teatro. Disponibile, dal giorno successivo, sul sito Human Freedom 2021.

Il successivo appuntamento con Human Freedom 21, quello con la campagna Gender Equality, a partire da marzo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin