I cantieri sono alle ultime rifiniture. Taormina è pronta al G7 :ilSicilia.it
Messina

Lavori da circa 900 mila euro che hanno riguardato 10 km di strade di accesso alla città

I cantieri sono alle ultime rifiniture. Taormina è pronta al G7

di
16 Maggio 2017

Ultime rifiniture e cantieri ormai al traguardo a Taormina a dieci giorni dal G7 del 26 e 27 maggio. Sono pronte le due elipiste di contrada Bongiovanni e contrada Piano Porto. Quest’ultima è stata collaudata nelle scorse ore anche nelle ore serali per attestarne la piena funzionalità e i test hanno dato esito positivo. Già nei giorni scorsi era stata testata, invece, l’elisuperficie comunale sita accanto alla piscina in contrada Bongiovanni, alla presenza in quel caso del Generale Enzo Vecciarelli, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica. Si stanno adesso effettuando soltanto le ultime sistemazioni all’asfalto e quindi alla sede stradale che dovrà essere percorsa dai leader politici e dalle personalità delle delegazioni che arriveranno a Taormina tramite trasporto in elicottero.

Riccardo Carpino con il sindaco di Taormina Giardina

Nella giornata di ieri il Prefetto Riccardo Carpino, commissario straordinario per il G7, ha effettuato un ulteriore sopralluogo in città insieme al sindaco Eligio Giardina; i due si sono recati anche alla Villa comunale, dove i militari dell’Aeronautica e la ditta incaricata hanno ricostruito oltre 20 metri di affaccio panoramico che era crollato nel settembre 2015. In queste ore si sta sistemando anche il manto stradale fatto di ciottoli e si sta provvedendo al problema della sistemazione dei servizi igienici del parco.

Conclusi, poi, i lavori al Teatro Antico dove i Vigili del Fuoco avevano già consegnato la propria parte di opere il 29 aprile e adesso ha concluso il cantiere anche Taormina Arte, i cui tecnici hanno sistemato il montaggio del palco e gli allestimenti del sito in vista del concerto del 26 maggio per i sette grandi. Si sono conclusi anche i lavori da circa 900 mila euro che hanno riguardato 10 km di strade di accesso alla città e del centro storico, asfaltate e dotate di nuova segnaletica. Carpino si è recato nelle scorse al Palazzo dei Congressi per un nuovo sopralluogo e anche all’auditorium di piazza Vittorio Emanuele l’Aeronautica ha portato a compimento nella giornata di ieri i lavori con le ultime sistemazioni all’interno dell’edificio, ora in grado di avere intanto l’agibilità provvisoria e dove poi lo stesso Carpino sovrintenderà anche dopo il G7 la seconda fase di lavori già autorizzata dal Governo per dotare l’immobile di agibilità definitiva.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin