"I fallimenti dell'antimafia": a Le Iene i casi Cavallotti e Niceta | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

IL SERVIZIO IN ONDA IERI SERA

“I fallimenti dell’antimafia”: a Le Iene i casi Cavallotti e Niceta | VIDEO

di
27 Novembre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Nuova puntata de Le Iene, dopo quella del 2017, sui “fallimenti dell’Antimafia” e sul caso Saguto. Stavolta la titolano così: “Quando anche l’antimafia distrugge vite e aziende”. Nel servizio, infatti, si racconta una delle distorsioni delle misure di prevenzioni antimafia.

Matteo Viviani affronto il paradosso giudiziario che ha distrutto due generazioni della famiglia Cavallotti (che avevano un’impresa di impianti di pulizia di gas metano a Belmonte Mezzagno) e i negozi dei fratelli Niceta, a Palermo.

Le loro vite si incrociano con lo scandalo dell’inchiesta che coinvolge Silvana Saguto, ex presidente della sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, radiata dalla magistratura.

iene NicetaLa dimostrazione che una legislazione – seppur sacrosanta e pensata per combattere la mafia – senza i dovuti controlli, possa fallire. “Quello dei Cavallotti non è purtroppo l’unico caso: i fratelli Massimo, Piero e Olimpia Niceta avevano uno dei più grandi negozi di Palermo della catena che per 100 anni ha rappresentato un punto di riferimento per la moda italiana. Anche questo lo troviamo oggi in condizioni disastrose”, dicono Le Iene.

A prendere in mano l’amministrazione giudiziaria del patrimonio dei Niceta è l’avvocato Aulo Gigante, oggi a processo con l’accusa di corruzione insieme alla Saguto.

 “È importante che lo Stato raccolga le nostre storie non perché ci vogliamo lamentare, ma perché vogliamo rappresentare ciò che succede all’ombra di una misura di prevenzione”, dicono i Niceta.

 

 

IL SERVIZIO DEL 2017:

Le Iene smascherano un altro “caso Saguto” e il fallimento dell’Antimafia

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin