17 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.58

question time a Montecitorio

I fratellini morti nel rogo a Messina, Germanà: “Più mezzi e più uomini per la città”

21 Giugno 2018

“Siamo parzialmente soddisfatti della risposta del governo in merito alla nostra interrogazione sulla tragica vicenda dei due fratellini morti a Messina in seguito ad un incendio. Ai vigili del fuoco, eroi nazionali, il nostro più sentito grazie. Non siamo alla ricerca di un colpevole, si è trattato di una tragica fatalità, ma riteniamo che una città in lutto meriti una risposta concreta”. Lo ha detto Nino Germanà, deputato di Forza Italia, intervenendo in Aula durante il question time di oggi alla Camera.

La sede dei vigili del fuoco di Messina, che copre un territorio composto di 108 comuni, risulta sottodimensionato, privo di uomini e mezzi adeguati. Ad oggi, a fronte di 232 unità, distribuite tra sedi centrali e distaccamenti, tra personale in malattia e non idoneo, può contare su 70 unità pienamente operative, a fronte di un territorio vasto e dell’imminenza dell’arrivo della stagione estiva“, ha spiegato.

Quello che chiediamo, dunque, con quello spirito di collaborazione che deve esserci tra maggioranza ed opposizione – conclude Germanà – è una maggiore dotazione di personale e mezzi per la città di Messina, adeguati a far fronte all’emergenza e a mettere i nostri vigili del fuoco nelle migliori condizioni per operare”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.