26 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.28
Palermo

l'inaugurazione lunedì 15 aprile

“I giornali palermitani dell’Ottocento”, a Palermo la collezione di Gesualdo Adelfio

11 Aprile 2019

Lunedì 15 aprile, presso la Biblioteca Centrale della Regione Siciliana, alle ore 17.30, si inaugurerà la mostra “I giornali palermitani dell’Ottocento”; alla conferenza interverranno Carlo Pastena, direttore della Biblioteca, Marco Romano, vice direttore responsabile del Giornale di Sicilia, Teresa Di Fresco, giornalista, Gesualdo Adelfio e Carlo Guidotti, coautori.

Locandina Edizioni Ex LibrisL’evento, voluto dalla Biblioteca e dalla casa editrice Edizioni Ex Libris, ha il fine di far scoprire l’immenso patrimonio giornalistico costituito dalle testate prodotte a Palermo, nella prima metà dell’Ottocento, periodo di transizione tra il regno borbonico e l’unità d’Italia.

Tanti e profondamente diversi tra loro sono i giornali prodotti in quei sessant’anni che hanno cambiato la nostra storia che ha trascritto i propri contenuti proprio in questi numerosi giornali, spesso sconosciuti, attraversando svolte politiche e sociali assolutamente radicali, quali quelle del 1812, del ’20, del ’48 fino al 1860-61.

Protagonista della mostra è la grande collezione di Gesualdo Adelfio, che con passione e attenta ricerca, studia e raccoglie le testate ottocentesche da molti anni e che adesso sono dettagliatamente descritte in un volume intitolato “I giornali di Palermo nell’Ottocento. L’informazione giornalistica e la pubblicità nella stampa dell’epoca”.

Il libro, primo volume di un cofanetto, è stato pubblicato da Edizioni Ex Libris e contiene un’analisi storica del giornalista e scrittore Carlo Guidotti; durante la cerimonia inaugurale della mostra i coautori presenteranno il volume.

La mostra sarà allestita nella Sala delle Missioni della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana, via Vittorio Emanuele n. 429, Palermo. Sarà visitabile fino al 9 maggio, con apertura straordinaria durante “La via dei Librai”, il 27 e 28 aprile, dalle 10.00 alle 20.00.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.