I pm di Palermo: "Si acquisisca l'intercettazione del boss su politico D'Alì" :ilSicilia.it
Trapani

Si ritiene ci sia un presunto rapporto tra il super-latitante Matteo Messina Denaro e il politico.

I pm: “Si acquisisca l’intercettazione del boss su politico D’Alì”

di
13 Luglio 2017

La Dda di Palermo ha chiesto l’acquisizione di un’intercettazione in carcere nella quale Giuseppe Graviano parla di un senatore “D’Alìa” di Trapani che sarebbe strettamente legato a un latitante “che stanno cercando“, nella udienza davanti al Tribunale di Trapani sulla misura dell’obbligo di soggiorno per il senatore di Fi Antonino D’Alì. Gli investigatori, al di là della trascrizione letterale della conversazione registrata tra Graviano e un codetenuto, ritengono che il boss di Brancaccio stia parlando di un presunto rapporto tra il super-latitante Matteo Messina Denaro e il senatore.

I pm, che ne chiesero la condanna a sette anni e quattro mesi per concorso in associazione mafiosa, ritengono il politico “socialmente pericoloso“: da qui la richiesta dell’applicazione della misura di prevenzione.

La difesa di D’Alì, rappresentata dall’avvocato Arianna Rallo, ha chiesto un termine per analizzare la documentazione e pronunciarsi sull’acquisizione.

L’udienza è stata aggiornata al 14 settembre.

D’Alì è stato assolto in primo grado e in appello. I giudici hanno dichiarato prescritte le accuse contestate al senatore per i fatti precedenti al 1994, mentre hanno ritenuto non provate quelle relative al periodo successivo.

Il verdetto, passato in giudicato per la parte relativa alla prescrizione, è stato impugnato davanti alla Corte di Cassazione che ancora non ha fissato il processo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro