I resti dei defunti nei cassonetti dei rifiuti: sette indagati a Mazara :ilSicilia.it
Trapani

Indagini avviate quasi due anni fa

I resti dei defunti nei cassonetti dei rifiuti: sette indagati a Mazara

di
2 Febbraio 2019

I resti dei feretri provenienti dalle estumulazioni smaltiti nei cassonetti dei rifiuti solidi urbani.

È quanto hanno scoperto i carabinieri di Mazara del Vallo. Pesanti le accuse per 7 impiegati comunali, tra questi un funzionario, ai quali la Procura di Marsala ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Ai sette vengono contestati diversi reati: dall’attività di gestione di rifiuti non autorizzata alla falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale. Ancora più grave l’accusa rivolta al funzionario comunale: dovrà difendersi del reato di depistaggio.

Le indagini prendono l’avvio quasi due anni fa: dopo la segnalazione di alcuni cittadini i carabinieri hanno avviato un indagine che si è avvalsa anche dell’uso di intercettazioni e riprese video.

Le prove nel frattempo si sono fatte schiaccianti dopo che i militari hanno sorpreso gli operai comunali smaltire i resti delle estumulazioni nei cassonetti dei rifiuti. Ma non solo. Persino gli operai sono stati scoperti mentre davano fuoco ai resti.

resti dei defunti bruciati e nei rifiuti mazara
Uno dei dipendenti del cimitero di Mazara sorpreso mentre brucia i resti dei feretri

Gli inquirenti hanno appurato che l’operato degli operai poteva contare sulla complicità del funzionario responsabile dei servizi cimiteriali. Lo stesso funzionario, per tentare di dimostrare il regolare smaltimento dei rifiuti avrebbe persino redatto falsi formulari attestanti l’avvenuta consegna ad una ditta specializzata nello smaltimento.

I carabinieri, attraverso precisi accertamenti, hanno scoperto che le sacche consegnate all’impresa di smaltimento erano state riempite con nuove cassette di zinco danneggiate. Lo scopo era quello di simulare la consegna dei resti.

 

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, “cimitero degli orrori” a San Martino delle Scale: blitz con 4 arresti | VIDEO E FOTO

Nuovo cimitero degli orrori: a Bagheria il racket dei loculi, i morti venivano buttati via | VIDEO

Orrore al cimitero di Catania: resti umani abbandonati e tombe distrutte | VIDEO-FOTO

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin