I risultati reali della Camera: trionfo 5 Stelle, Lega primo partito del centrodestra | ilSicilia.it :ilSicilia.it

I salviniani oltrepassano il 18 per cento

I risultati reali della Camera: trionfo 5 Stelle, Lega primo partito del centrodestra

di
5 Marzo 2018

Anche per la Camera dei deputati si profila la vittoria schiacciante che i 5 Stelle hanno riportato al Senato. Su 41 mila sezioni scrutinate sulle 61 mila, il M5s si attesta sul 31,4 per cento.

Nel centrodestra, il primo partito è la Lega che ottiene il 18,4 per cento e batte Forza Italia, ferma al 13,7. Fratelli d’Italia è al 4,3, mentre Noi con l’Italia Udc non supera l’1,2 per cento.

Nel centrosinistra il Pd si lecca le ferite con il suo 19,4 per cento. Al 2,7 per cento “Più Europa con Emma Bonino“, che non entra in parlamento. Scarsi i risultati di “Insieme” che arriva allo 0,5 per cento e della lista civica Lorenzin, ferma allo o,48 per cento.

Delusione per Liberi e uguali: la lista guidata dal presidente del Senato Pietro Grasso non va oltre il 3,36 per cento.

A sinistra Potere al popolo è all’1,15 per cento, mentre nell’area della destra radicale Casapound è allo 0,9 per cento. “Italia agli italiani” che mette insieme Forza Nuova e Fiamma tricolore ottiene uno scarso 0,36 per cento. Infine, il “Popolo della famiglia” è fermo allo 0,66 per cento.

Per quanto riguarda le coalizioni, il centrodestra è ampiamente in vantaggio con il 37,6 per cento. Il Movimento 5 Stelle è al 31,5, il centrosinistra crolla dappertutto e si ferma al 23,37 per cento, mentre Liberi e Uguali è al 3,35 per cento.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin