17 ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.26
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

A Palazzo Sant’Elia dall'11 ottobre all'11 dicembre

I tesori degli Zar in mostra per la prima volta a Palermo | Foto

11 ottobre 2018
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'

Scorri la gallery in alto

I tesori degli Zar in mostra a Palermo. Per la prima volta in assoluto, dalle quattro residenze imperiali russe, oggi trasformate in museo, giungono in contemporanea oggetti, arredi, tele. Insieme compongono una mostra assolutamente unica: “Il secolo dei musei: 100 capolavori dalle residenze imperiali della Russia: Peterhof, Tsarskoe Selo, Gatchina, Pavlovsk” che si inaugura l’11 ottobre a Palazzo Sant’Elia, a Palermo che la organizza in seno al cartellone di Palermo capitale Italiana della Cultura 2018, e la ospita fino all’11 dicembre.

La mostra è uno dei progetti chiave del festival internazionale “Russian Seasons in Italy“, nato dalla sinergia tra la Federazione Russa e l’Italia. E’ la prima volta che questi tesori di valore inestimabile, orgoglio e patrimonio nazionale russo, giungono in Italia.

Pezzi unici, straordinari, che riflettono la ricchezza delle ex residenze imperiali. Dipinti, acquerelli, costumi, porcellane, bronzi, mobili creati dai migliori maestri di Russia, Italia, Inghilterra, Francia, Cina e altri paesi. Tra i pezzi, il famoso servizio Guryevsky realizzato per Alessandro I dalla Fabbrica di Porcellana Imperiale: per la sua decorazione sono stati usati diversi chili d’oro. Molti dei pezzi in mostra appartenevano direttamente agli imperatori russi: la camicia di Pietro I, le divise degli imperatori Paolo I, Alessandro I, Nicola I, Alessandro II, le poltrone-trono di Nicola I e Alessandro III.

I pezzi sono arrivati a Palermo con una scorta armata e in queste ore i direttori dei quattro musei imperiali stanno sovrintendendo alla loro sistemazione nelle teche nei saloni affrescati del Palazzo.

LEGGI ANCHE:

Palazzo Sant’Elia, in mostra i tesori delle residenze imperiali russe | VIDEO

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Il Dirottamento dell’Autobus

Chi ricorda i tempi dei “Gufi” rammenterà il brano sul dirottamento del 18 e non DC8 come frequentemente accadeva di quei tempi. Analoga esperienza ho fatto io oggi ma non sul 18 ma sul 102 perché da noi gli autobus iniziano con il 100.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.