Ignazio Corrao archivia il M5S: "Serve una nuova offerta politica di stampo ecologista" :ilSicilia.it

I verdi europei

Ignazio Corrao archivia il M5S: “Serve una nuova offerta politica di stampo ecologista”

di
26 Febbraio 2021

Il Governo Draghi, dove tutto è il contrario di tutto, ha lasciato dietro di sé malumori e dissapori. E la scissione, soprattutto quella siciliana, all’interno del Movimento 5 stelle non è stata una sorpresa per gli addetti ai lavori.

Spaccatura già avviata da tempo se si percorre l’excursus di una lunga serie di fuoriuscite ed espulsioni di senatori e deputati che hanno segnato il movimento di Beppe Grillo, soprattutto a partire dal governo Conte II e a seguire con i ‘dissidenti’ che si sono ribellati alla decisione presa dal voto degli iscritti sulla piattaforma Rousseau, seppure con un ampia fetta di votanti, circa il 40%, che ha detto no al sostegno all’esecutivo guidato dall’ex presidente della BCE.

Gli oppositori  a Draghi di certo non mancano tra le fila degli ex M5S. Tra questi l’europarlamentare Ignazio Corrao, uno dei tanti ribelli grillini, transitato nel gruppo dei Verdi Europei, il partito politico europeo degli ecologisti, che insieme ad altri ex attivisti del M5S, ha protestato contro la linea tenuta dalla delegazione pentastellata  in Europa.

Corrao sottolinea il suo No tassativo ed incontrovertibile al Governo di Mario Draghi e anche rispetto al Movimento 5 stelle ha le idee molto chiare e afferma “Il M5S non ha più risposto al programma elettorale dal quale era partito. E’ stato votato come alternativa ad un certo tipo di sistema, adesso si è tramutato in un partito moderato e liberale, sulla scia di Forza Italia. Non esistono più offerte partitiche diverse”.

La riflessione nasce proprio da queste iniziative politiche contrastanti, che vedono il Movimento 5 stelle al centro del dibattito per essersi adagiato sui meccanismi politici preesistenti. Il movimento fondato da Beppe Grillo è nato ed è stato votato dagli italiani come alternativa ad un certo tipo di meccanismo politico, perché rappresentativo degli interessi del popolo.

Dunque il M5S si sarebbe omologato agli altri partiti e rispetto a Mario Draghi  l’eurodeputato aggiunge “Un liquidatore di partiti della II Repubblica, con Forza Italia ancora protagonista. Rispetto alle relazioni internazionali e ai rapporti con Bruxelles, sicuramente Mario Draghi ha la mia massima stima, ma per quanto concerne la gestione della situazione interna, il quadro mi sembra abbastanza negativo, se pensiamo alla rinomina di Speranza, in continuità con il governo Conte II, ai ristori non ancora elargiti, la questione vaccini”.

L’unica forza politica che sembra fare da contraltare a questa maggioranza delle larghe intese firmata Draghi è quella rappresentata da Fratelli d’Italia. Ma Corrao puntualizza: Giorgia Meloni non rappresenta veramente l’opposizione, è organica alle stesse politiche di Forza Italia e Lega, la solita restaurazione di persone, temi e proposte politiche”.

“Oggi l’identità politica si è persa. A livello sovranazionale ci sono i Verdi Europei che, in Francia e in Germania, sono partiti solidi, che hanno obiettivi chiari. E in Italia manca un partito ecologista, un partito civico che metta insieme i gruppi locali. Noi stiamo lavorando, ormai da tempo, ad una forza politica nuova che punti alle politiche verdi, e quindi alla salvaguardia dell’ambiente, ma anche alla tutela dei consumatori, delle piccole e medie imprese, alla tutela delle donne. E sono convinto che ce la faremo”, sostiene l’eurodeputato Corrao.

E per quanto concerne i dissidenti che hanno negato la fiducia all’Esecutivo Draghi Ignazio Corrao aggiunge “Sicuramente molti di loro si stanno organizzando per creare un gruppo parlamentare nuovo che faccia opposizione seria”.

Corrao guarda alle politiche green e ad una forza ecologista anche in Italia, alla politica del cambiamento che mette al centro le esigenze collettive. E da siciliano non dimentica la sua terra: “E’ un territorio da valorizzare, bisogna sostenere coloro che vogliono difendere la propria terra, le imprese, puntare all’inclusione dei giovani e delle donne, all’applicazione concreta della parità di genere. Occorre mettere in campo una squadra di persone capaci che sappiano rappresentare le istanze dei siciliani, le eccellenze. Ad oggi manca questa rappresentatività territoriale “, conclude Corrao.

Insomma, Ignazio Corrao non è solo l’eurodeputato ambientalista, ma un uomo che crede effettivamente nella partecipazione e che porta avanti le stesse battaglie per le quali si è esposto mettendoci la faccia, dapprima come grillino, adesso come indipendente nel gruppo parlamentare dei Verdi Europei a Bruxelles, un gruppo dover poter lavorare per sviluppare tematiche fondamentali per il bene della società e delle future generazioni.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin