Il bollettino Covid in Sicilia: altri 1047 contagi e 26 decessi :ilSicilia.it

Il bollettino del 3 gennaio 2021

Il bollettino Covid in Sicilia: altri 1047 contagi e 26 decessi

di
3 Gennaio 2021

Il Ministero della Salute ha fornito i nuovi dati sugli sviluppi dell’emergenza Covid, di oggi 3 gennaio 2021.

A livello nazionale si registrano altri 14.245 casi con 102.974 tamponi processati. Sul fronte decessi purtroppo sono stati attestati 347 morti che portano il totale a 75.332 vittime.

I DATI IN SICILIA

Sono 1.047 i nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia su 6.319 tamponi processati. Le vittime delle ultime 24 ore sono 26. Il totale degli attuali positivi arriva 35.591 con un aumento di 611 attuali positivi mentre i morti salgono a 2.494 dall’inizio della pandemia. Degli attuali positivi 34.270 si trovano in isolamento domiciliare: negli ospedali i ricoveri sono 1.137, tra cui 184 in terapia intensiva. I guariti sono invece 380

I NUMERI PER PROVINCIA

La distribuzione nelle province vede a Catania 301 nuovi casi, a Palermo 297, a Messina 189, a Ragusa 53, a Trapani 46, a Siracusa 16, a Caltanissetta 87, a Agrigento 55, a Enna 3.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin