Il buon risultato della Dc alle amministrative, Cuffaro: "Plausi da Miccichè, astio Udc ed ex Mpa" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Il buon risultato della Dc alle amministrative, Cuffaro: “Plausi da Miccichè, astio Udc ed ex Mpa”

di
13 Ottobre 2021

Ho ricevuto plausi per il risultato elettorale solo da Gianfranco Micciché, silenzio ma nessuna malevolenza da FdI e Lega, mentre l’Udc e gli autonomisti sono molto sospettosi e guardinghi nei miei confronti perché pensano al proprio orticello, hanno paura che mi prenda qualche pianta: proprio loro che stavano con me stanno dimostrando ostracismo verso la Dc. E’ come quando marito e moglie dopo una vita insieme si separano e parte l’astio, incomprensibile”.

Lo dice l’ex governatore Totò Cuffaro, a proposito dei buoni risultati ottenuti dalla Dc alle comunali del 10 e 11 ottobre in Sicilia. Cuffaro è già al lavoro per le amministrative di Palermo della prossima primavera, mentre per le regionali d’autunno ha in mente “tre-quattro nomi di donne che potrebbero candidarsi alla presidenza della Regione, ma non li faccio perché sono democristiano”.

L’asse con Italia Viva-+Europa e Cantiere popolare di Saverio Romano già c’è, il tavolo “naturale” di confronto è quello di centrodestra, “anche se il Pd non è più quello d’un tempo, per cui si può parlare anche c’è il problema dell’alleanza con il M5s, un connubio comunque vincente. E la Lega?

“Con la Lega siciliana non ho alcun problema, tant’è che stiamo ragionando da tempo – aggiunge – Parlo col segretario Nino Minardo, con Luca Sammartino e con Alessandro Pagano: sono tutti amici”. L’affermazione elettorale della Dc, Cuffaro la spiega come un mix di emozione, idea, storia e valori: “Se avessi fatto liste con altri partiti non sarei stato credibile, vince la Dc: andando in giro ho incontrato persone anziane commosse di fronte al simbolo; poi ritengo che le liste siano state votate perché abbiamo candidato tanti giovani formati alla scuola politica un anno fa, per una piccola parte poi ha influito la presenza di Totò Cuffaro, c’è tanta gente che mi vuol bene”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.