Il candidato "coraggioso" in testa ai sondaggi per Palermo. Ma la lista più forte è a Cinquestelle | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

La rilevazione arriva insieme alla notizie dell'inchiesta giudiziaria

Il candidato “coraggioso” in testa ai sondaggi per Palermo. Ma la lista più forte è a Cinquestelle

di
17 Gennaio 2017

Giornata in chiaroscuro per Fabrizio Ferrandelli. I sondaggi lo danno in testa nella corsa alla poltrona più prestigiosa di Palazzo delle Aquile. Ma le nubi giudiziarie rendono amaro questo successo di tappa. Cosa dice il sondaggio? L’analisi, condotta da Palermoreport.it  prova a fotografare quella che si può definire “la linea dello start“.

Ferrandelli ha totalizzato il 23,5%, ovvero 1833 voti. Il sondaggio è stato visualizzato 20.800 volte, i votanti unici sono stati 7.836. Subito dopo Ferrandelli si è  piazzato l’attuale sindaco in carica Leoluca Orlando con il 18,8% (1.466 voti). A seguire il Movimento Cinque Stelle, che non ha ancora un candidato, con il 17% (1326 voti), Carmelo Miceli con il 12,9% (1.006 voti), Ciro Lomonte con il 10,7% (834 voti), Simona Vicari con il 6,9% (538 voti), Francesco Greco, che comunque non si è ancora espresso sulla candidatura, si e’ fermato al 4,7% (366 voti), seguito da Roberto Lagalla, che ha comunque dichiarato di non volersi candidare, con il 3,1% (241 voti).

L’astensionismo, ovvero il non andrò a votare ha ottenuto il 2,4% (187 voti). In pratica i primi tre classificati si levano pochi punti percentuali che tra indecisi e alleanze di liste potranno giocarsi il risultato finale. Dopo quello sui sindaci è arrivato il sondaggio sulle liste, allo scopo di verificare in qualche modo l’affezione degli elettori ideologicamente più legati ai simboli tradizionali, quale elemento d’analisi incrociata per il dato relativo agli aspiranti sindaci. Il sondaggio è  stato visualizzato poco più  di 10 mila volte e i votanti unici sono stati 3.726 (per semplicita’ di calcolo 3.750). Questo il risultato: Movimento 5 Stelle 20,2% (757 voti); I Coraggiosi 11,9% (446 voti); Partito Democratico 9,5% (356 voti); Comitati Civici 9,5% (356 voti); Siamo Palermo 9,5% (356 voti); Siciliani Liberi 8,3% (311 voti); Forza Italia 7,1% (266 voti); Fratelli d’Italia 6% (112 voti); Nuovo centro Destra 4,8% (180 voti); Movimento 139 3,6% (135 voti); Noi con Salvini 2,4% (90 voti); Sicilia Futura 2,4% (90 voti).

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

La “Maleducazione 2.0”

Se è vero che i tempi cambiano, anche le cattive abitudini educative diventano tecnologiche e "2.0": anche la maleudcazione, insomma, diventa "moderna"...

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin