Il Carnevale di Sciacca, patrimonio dell'identità siciliana [Il programma] :ilSicilia.it
Agrigento

Dal 28 febbraio al 5 marzo

Il Carnevale di Sciacca, patrimonio dell’identità siciliana [Il programma]

25 Febbraio 2019

Il nostro protagonista è il Carnevale di Sciacca, “città dalle mille meraviglie”, marinara, turistica e termale, ricca di storia, cultura e tradizioni, che si trova nel libero consorzio comunale di Agrigento. Prima di penetrare all’interno di questa festa, tra passato e presente, scopriamo che la parola Carnevale deriva dal latino “carnem levare” che, anticamente, indicava il sontuoso banchetto che si teneva nel suo ultimo giorno, il martedì grasso, prima del periodo di astinenza e digiuno della quaresima.

Il Carnevale, con forti radici socio-culturali, ponte tra la realtà quotidiana, con le sue difficoltà, ed evasione e sovvertimento giocoso dell’ordine precostituito, così venne descritto da Piero Camporesi, filologo, storico, antropologo italiano: “Festa di contestazione, di rottura, di rigenerazione sociale vissuta in un tempo ciclico di morte e di resurrezione, d’annientamento e di rinascita, il Carnevale esprime anche la voce dei gruppi sociali inferiori e l’opposizione della cultura popolare alle forme e alle immagini della cultura ufficiale“.

sciacca-2019

Il Carnevale di Sciacca. Le origini
A parlare per primo del Carnevale di Sciacca fu, nel 1889, Giuseppe Pitrè che ne fece cenno nella sua opera più importante,”Biblioteca delle tradizioni popolari siciliane”. Sulle sue origini si fanno due ipotesi: secondo la prima risalirebbe forse all’epoca romana, quando venivano festeggiati i Saturnali; secondo la seconda, invece, al 1616 quando il Viceré Ossuna stabilì che l’ultimo giorno di festa tutti dovevano vestirsi in maschera. Le prime manifestazioni sono ricordate come una festa popolare in cui il popolo si riversava per le strade, travestito in vari modi, e venivano consumate salsicce, cannoli e molto vino. Successivamente apparvero i primi carri addobbati alla meglio, che portavano i mascherati sulle sedie in giro per le viuzze della città. Negli anni venti compare una grande piattaforma addobbata, trascinata da buoi o cavalli, che portava comitive in maschera che recitavano in dialetto locale, seguite da piccole orchestrine improvvisate.

Nel dopoguerra i carri vennero intitolati e iniziarono a fare chiaro riferimento alle novità dettate dal progresso. Stelle filanti e coriandoli incominciarono ad essere lanciati dai carri in movimento, creando un clima di allegrezza che invogliava i partecipanti a divenire i veri protagonisti di una gioia collettiva. Dopo pochi anni sorsero le prime Compagnie di rivista e furono allestiti carri allegorici sempre più sofisticati che facevano riferimento a temi e personaggi locali in chiave satirica. Con la sperimentazione dell’amplificazione sonora, il carnevale di Sciacca iniziò la sua inarrestabile evoluzione con carri in cui campeggiavano figure sempre più grandi e con movimenti sempre più perfezionati. La satira politica locale lasciò più spazio a personaggi noti a un pubblico più vasto e a temi di attualità che riguardavano interessi nazionali.

sciacca-2019

Il Carnevale di Sciacca, ieri come oggi
Il Carnevale di Sciacca, tra i più belli di Sicilia, si basa sulla recita di copioni inediti e la città diventa il palcoscenico di questa festa resa possibile grazie all’impegno, all’aggregazione e alla sinergia artistica di architetti, ceramisti, carristi, ballerini, coreografi, registi, fonici, pittori e tante altre figure fondamentali per la sua riuscita e il suo successo. Importantissima la partecipazione degli alunni delle scuole e il coinvolgimento della gente comune che si adopera per mettere in scena un evento che richiama l’attenzione di sempre più turisti. Voglia di divertimento, spensieratezza, arte e cultura, sono gli ingredienti base. Il suo inizio è fissato per il Giovedì Grasso, quest’anno il 28 febbraio, con la consegna simbolica delle chiavi della città al re del Carnevale “Peppe Nappa”. Da quel momento il suo carro inizia a distribuire vino e salsicce preparate sulla brace per tutta la durata del Carnevale. Dal 2011, per combattere il sempre più diffuso fenomeno dell’alcolismo, si distribuisce anche aranciata. (Bozzetto di Peppe Nappa dell’Associazione Punto e a capo). Peppe Nappa è una maschera che deriva dalla commedia dell’arte del Seicento. Ha un carattere molto pigro, è un servo fannullone che non esegue gli ordini del padrone, furbo, dormiglione, goloso, rappresentante dei vizi più comuni. Ma cosa significa Nappa? In siciliano è la toppa dei pantaloni, che sta a dimostrare le sue origini povere. Il suo costume è costituito da un vestito azzurro con dei grandi bottoni, una fascia al collo e delle maniche e dei pantaloni molto lunghi fino alla caviglia. In testa un cappello in feltro e ai piedi indossa delle scarpe bianche con la fibbia.

museo-del-carnevale-di-sciacc

ll Museo del Carnevale di Sciacca
Uno scrigno magico che custodisce la memoria di oltre 100 anni di storia di questa meravigliosa festa. Un viaggio avvincente attraverso la storia di una vera e propria macchina del divertimento per grandi e bambini. Inaugurato nel 2010, al centro di un giardino che domina una terrazza sul mare, conserva al suo interno bellissime testimonianze, tra le quali una collezione di plastici che sono la riproduzione in miniatura dei Carri Allegorici che hanno partecipato alle precedenti edizioni della festa. Sono opere d’arte realizzate interamente in ceramica, modellata e decorata a mano dagli artisti di Sciacca. Nel Museo del Carnevale sono custoditi oggi circa 100 plastici storici dei Carri del Carnevale di Sciacca. L’anticamera del Museo è già un tuffo all’interno del colorato mondo della cartapesta: sarete circondati dalla ricostruzione di alcuni dei più affascinanti Palazzi storici di Sciacca; queste sono vere e proprie parti di carri allegorici del passato, qui opportunamente ricostruiti.

PROGRAMMA DEL CARNEVALE DI SCIACCA 2019

Giovedì 28 febbraio

Alle 17
Esibizione dei gruppi mascherati dei carri allegorici in concorso all’interno del quartiere San Michele, Piazza Gerardo Noceto

Alle 19
Esibizione dei gruppi mascherati dei carri allegorici in concorso nella suggestiva cornice della “Chiazza”, Via G. Licata.

Alle 20.30
Consegna delle chiavi della città dal Sindaco al Peppe Nappa, il Re del Carnevale di Sciacca

Alle 21
Spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato:
– Presentazione dei gruppi mascherati dei carri in concorso

Venerdì 1 marzo

Alle 16.30
Sfilata dei carri allegorici attraverso il percorso storico di Via Cappuccini, Piazza Belvedere, Via Friscia Maglienti, Via Incisa e Piazza Mariano Rossi

Alle 20.30
Spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato
– Esibizione di apertura con Peppe Nappa
– Esibizione dei carri allegorici in concorso

Sabato 2 marzo

Alle 16
Sfilata dei carri allegorici attraverso il percorso storico di Viale della Vittoria, Corso Vittorio Emanuele, Via Pietro Gerardi, Via Incisa e Piazza Mariano Rossi

Alle 20:30
Spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato:
– Esibizione di apertura con Peppe Nappa
– Esibizione dei carri allegorici in concorso

Domenica 3 marzo

Alle 10
Carnevale dei Bambini, spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato. I più piccoli potranno divertirsi partecipando all’animazione di artisti di strada e dei più amati personaggi dei cartoons. Conduzione e animazione a cura di Vinz Termine

Alle 11.30
Posizionamento dei carri allegorici. I carri allegorici stazioneranno lungo Corso Vittorio Emanuele dando vita ad uno spettacolo musicale e scenografico

Alle 15
Sfilata dei carri allegorici attraverso il percorso storico di Viale della Vittoria, Corso Vittorio Emanuele, Via Pietro Gerardi, Via Incisa e Piazza Mariano Rossi

Alle 18
Spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato: Feeling Story – Revival degli inni più belli del Carnevale di Sciacca

Alle 20
Spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato:
– Esibizione di apertura con Peppe Nappa
– Esibizione dei carri allegorici in concorso

Lunedì 4 marzo

Alle 16
Sfilata dei carri allegorici attraverso il percorso storico di Viale della Vittoria, Corso Vittorio Emanuele, Via Pietro Gerardi, Via Incisa e Piazza Mariano Rossi

Alle 20.30
Spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato:
– Esibizione di apertura con Peppe Nappa
– Esibizione dei carri allegorici in concorso

Martedì 5 marzo

Alle 16
Sfilata dei carri allegorici attraverso il percorso storico di Viale della Vittoria, Corso Vittorio Emanuele, Via Pietro Gerardi, Via Incisa e Piazza Mariano Rossi

Alle 20.30
Spettacolo sul palco di Piazza Angelo Scandaliato:
– Esibizione di apertura con Peppe Nappa
– Esibizione dei carri allegorici in concorso

All’1.30
Riconsegna delle chiavi della città al Sindaco di Sciacca e rogo del Peppe Nappa

CARNEVALE E DINTORNI – Attività collaterali

Domenica 24 febbraio – ARRIVA LA FESTA

Alle 20.30
Anteprima del Carnevale di Sciacca 2019 con esibizione dei gruppi mascherati dei carri allegorici in concorso presso l’auditorium dell’I.I.S.S. “Calogero Amato Vetrano”

Giovedì 28 Febbraio

Dalle 17
SAN MICHELE IN MASCHERA – Esibizione dei gruppi mascherati dei carri allegorici in concorso all’interno del quartiere San Michele, Piazza Gerardo Noceto

Dalle 19
LA CHIAZZA IN MASCHERA – Esibizione dei gruppi mascherati dei carri allegorici in concorso nella suggestiva cornice della “Chiazza”, Via G. Licata

IL CARNEVALE INCONTRA I BAMBINI DELL’OSPEDALE – L’allegria del Carnevale di Sciacca porterà un sorriso ai piccoli pazienti dell’ospedale Giovanni Paolo II grazie alle esibizioni di alcune rappresentanze dei gruppi mascherati dei carri allegorici in concorso

IL CARNEVALE NELLE SCUOLE – Promozione della kermesse all’interno delle scuole primarie della Città, con esibizioni della maschera simbolo ‘Peppe Nappa’ ed alcune rappresentanze dei gruppi mascherati dei carri allegorici in concorso

CARNEVALE E FAMIGLIA – Il Carnevale dei bambini. Bimbi di Sciacca, tutti in maschera! Domenica mattina sarete voi i protagonisti dello spettacolo in Piazza Angelo Scandaliato con l’animazione dei personaggi popolari dei vostri cartoni animati preferiti e tante sorprese. Conduzione e animazione a cura di Vinz Termine

Sabato 2 marzo – INSTAWALK IGERS AGRIGENTO

Alle 16
Raduno Instagram organizzato dalla community Igers Agrigento. Una passeggiata social fotografica guidata tra coriandoli e cartapesta. I migliori scatti della giornata saranno pubblicati sui profili social Igers Agrigento e Igers Sicilia. Evento realizzato in collaborazione con il fotoclub L’AltraSciacca Foto. Hashtag e tag ufficiali: #instameetag9 #igersagrigento #carnevaledisciacca2019 @igers_agrigento

IL CARNEVALE DI SCIACCA SU IGERS SICILIA – Domenica 3 marzo, reportage foto e video sul profilo Instagram @igers_sicilia. Un’intera giornata dedicata al nostro Carnevale sul profilo Instagram della community ufficiale di @igersitalia. Hashtags: #carnevaleinsicilia #carnevaledisciacca2019 #igerssicilia Profilo ufficiale: @igers_sicilia

 

Viva Sciacca e il suo Carnevale.

[Tutte le foto e quella di copertina “L’Ago della Bilancia”, carro vincitore 2018, di Giuseppe Galluzzo, sono tratte dalla Pagina Facebook “Carnevale di Sciacca”].

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.