18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 15.04

A Petralia Soprana, nel cuore delle madonie

Il cartello choc affisso in chiesa: “Se volete vedere Dio inviategli un sms mentre guidate”

18 Gennaio 2019

“Quando entrate in questa chiesa può darsi che sentiate la chiamata di Dio. Tuttavia è improbabile che vi chiami al cellulare”.

Comincia con queste parole l’insolito e divertente cartello che sarebbe stato affisso di recente nella Parrocchia dei Santi Apostoli Pietro e Paolo di Petralia Soprana in provincia di Palermo recando la firma del parroco locale.

Che a Petralia vi sia pace e silenzio è rinomato, ma evidentemente, neanche il paese nel cuore delle Madonie che di recente ha trionfato in tv conquistando il titolo di “Borgo dei Borghi” è esente dal trillo dei telefoni cellulari, che possono infastidire non poco specialmente in luoghi, come la chiesa madre, in cui il silenzio e la preghiera non dovrebbero essere oltraggiati.

Ma non è tutto: infatti, il cartello continua con la richiesta di tenere i telefoni spenti e si conclude con un altra frase, di certo originale, che non è passata inosservata, anche per il messaggio alquanto forte che se ne ricava fra il serio e il faceto, degno del miglior humor inglese: “Se volete parlare con Dio entrate, trovate un posto tranquillo e parlategli. Se invece volete vederlo, inviategli un messaggio col telefonino mentre state guidando”. 

Ovviamente la foto con il cartello sta facendo il giro dei web, fra le risate generali, commenti di approvazione e qualche mugugno.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.