Il caso Saguto a Le Iene: ecco le intercettazioni che imbarazzano il "cerchio magico" dell'Antimafia | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

IL SERVIZIO IN ONDA IERI

Il caso Saguto a Le Iene: ecco le intercettazioni che imbarazzano il “cerchio magico” dell’Antimafia | VIDEO

di
9 Dicembre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Nuove inedite intercettazioni che riguardano il caso dell’ex giudice Silvana Saguto, radiata definitivamente dalla magistratura, dopo l’inchiesta sullo scandalo dei beni confiscati alla mafia.

A pubblicarle, ancora una volta, Le Iene. Nel 2015 Matteo Viviani indagava insieme a Pino Maniaci (direttore di Telejato che per primo sollevò il problema) sulle consulenze degli amministratori giudiziari. Tra questi, l’avv. Gaetano Cappellano Seminara, amico intimo della Saguto.

SagutoAll’indomani dell’uscita del servizio, la Finanza intercettò telefonate dell’ex Presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo. In esse, duri attacchi a Le Iene e tentativi da parte dei membri del cosiddetto “cerchio magico” della Saguto (tra cui l’ex prefetto di Palermo Francesca Cannizzo) di fare quadrato attorno al giudice.

Ma anche giornalisti che pubblicano articoli per risollevare l’immagine della Saguto. In questo quadro, anche intercettazioni della Saguto contro Pino Maniaci.

Le Iene sollevano il dubbio che l’inchiesta che ha coinvolto Pino Maniaci sia stata architettata per screditare l’immagine del cronista.

In attesa di arrivare a sentenza, Maniaci – che è difeso dall’avv. Antonio Ingroia – dice sereno: “Voglio essere condannato o assolto, me la voglio vedere tutta. Telejato non si ferma”.

L’ex prefetto Cannizzo sembra proporre alla Saguto una “rete di protezione”, in cui sembrerebbe coinvolto anche il tenente colonnello della Guardia di finanza Rosolino Nasca, che in quegli anni lavora alla DIA di Palermo e che oggi è indagato a Caltanissetta per corruzione e atti d’ufficio.

E Le Iene attaccano: “Al di là delle sentenze, che prima o poi arriveranno, questa storia sembra però poter mettere in dubbio la credibilità di alcune attività di una istituzione importante nella lotta alla mafia. In questo servizio iniziamo a ripercorre la strada che ha portato alla sbarra l’antimafia di Palermo”.

 

Il "cerchio magico" del caso Saguto [La Repubblica, 27.10.2015]
Il “cerchio magico” del caso Saguto [La Repubblica, 27.10.2015]

LEGGI ANCHE:

“I fallimenti dell’antimafia”: a Le Iene i casi Cavallotti e Niceta | VIDEO

Saguto: “Io vittima di un errore giudiziario. Sul mio conto ho 18 euro”

“Ora parlo io”, la Saguto rompe il silenzio: “Non ci sto a pagare per tutti”

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin