Il Castello di Taormina, la “vedetta” panoramica della vallata del fiume Alcantara :ilSicilia.it
Messina

L'itinerario

Il Castello di Taormina, la “vedetta” panoramica della vallata del fiume Alcantara

di
4 Settembre 2021

La valle del fiume Alcantara è certamente uno dei luoghi più magici della Sicilia orientale. Il fascino scenografico delle Gole e i diversi itinerari naturalistici proposti dal territorio, ne fanno un capolavoro unico. Il Castello di Taormina, ne permette una vista privilegiata.

La posizione del maniero, infatti, lascia senza fiato. Da qui, a 400 metri di quota, oltre a scorgere la vallata del fiume Alcantara, si può vedere lo Stretto di Messina,  le pendici dell’Etna e la città di Catania. Insomma,  quello che una volta era un punto strategico di controllo adesso, è una terrazza panoramica sullo Ionio. Per Guy de Maupassant, Taormina era un “quadro nel quale si ritrova tutto ciò che sembra esistere sulla Terra per sedurre occhi, spirito ed immaginazione”. Lo stesso può dirsi del suo castello. Immerso nella natura, tra profumi misteriosi ed erbe aromatiche, è legato al fiume Alcantara: entrambi sono protagonisti di un itinerario suggestivo.

Per chi volesse scoprire le meraviglie di questo territorio, un suggerimento utile potrebbe essere quello di risalire il corso dell’Alcantara dalla foce alla sorgente. Dopo Giardini Naxos, la seconda tappa è il Monte Tauro che sovrasta la pianura di Capo Schisò Taormina. Qui, borghi e castelli dal forte valore storico-culturale-architettonico, accompagnano i visitatori in un percorso tutto da scoprire fino ad arrivare a Randazzo, settecento metri sul livello del mare, l’inizio della Valle dell’Alcantara. Per millenni, civiltà eterogenee hanno lasciato tracce del loro passaggio nella cultura, nelle architetture e nella gastronomia dei borghi.

Ma se siete amanti della natura, il Parco fluviale dell’Alcantara è quello che fa per voi. Racchiudendo il famoso canyon in cui scorre il fiume, è il luogo ideale per escursioni, rafting e tour a contatto con l’autentica realtà rurale siciliana. Le Gole dell’Alcantara in particolare si trovano nel territorio di Motta Camastra. La loro storia geologica parla di Etna, colate laviche e del lento ma inesorabile scorrere delle acque che hanno scolpito incredibili formazioni rocciose con pareti verticali a strapiombo.

Visitando il sito del Parco Fluviale dell’Alcantara, è possibile scegliere diversi itinerari: le Gurne dell’Alcantara, le Piccole Gole dell’Alcantara, i Sentieri del Castello di Calatabiano e di Castiglione di Sicilia, il Sentiero Gole di Larderia o Gole dell’Alcantara , il Sentiero delle Rive dell’Alcantara , il Sentiero Montagna Grande e il Sentiero Vulcanetto di Mojo.

Settembre è il mese ideale per scoprire questa parte della Sicilia orientale. Un ottimo compromesso per chi non vuole rinunciare a una meta turistica gettonata ma è interessato a conoscere luoghi segreti, lontani dal turismo di massa.

http://www.parcoalcantara.it/

https://castellidisicilia.it/

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.