Il Coronavirus e il dramma delle partite IVA: "Il Governo ci aiuti subito" :ilSicilia.it

LA LETTERA AL PREMIER CONTE

Il Coronavirus e il dramma delle partite IVA: “Il Governo ci aiuti subito”

di
12 Marzo 2020

Il “popolo” delle Partite IVA si mobilita.

In una lettera indirizzata al premier Giuseppe Conte, al Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e al Presidente dell’ABI (Associazione bancaria italiana) Antonio Patuelli, l’Associazione dei professionisti con Partita IVA chiede interventi rapidi del Governo, vista l’emergenza Coronavirus.

“L’Associazione partite iva insieme per cambiare, in previsione dei prossimi provvedimenti che il Governo dovrà assumere conseguentemente alle precedenti misure di contenimento dell’emergenza “coronavirus” auspica che nelle prossime disposizioni legislative di natura straordinaria e ordinaria si tengano in debita considerazione le esigenze contingenti dei milioni di partite iva Italiane che a viva voce chiedono che lo Stato disponga la chiusura totale delle attività a tutela della salute di tutti i cittadini fino a data da destinarsi, ad eccezione delle attività di prima necessità (fino alla data della revoca dell’ordinanza in essere)”.

E in particolare, chiedono: La sospensione immediata per 180 giorni dalla cessazione delle misure di contenimento del Coronavirus: 

  • delle imposte dirette, indirette, tributi addizionali regionali e comunali, ritenute sul lavoro dipendente ed autonomo,
    contributi autonomi e dipendenti, Iva, gestione separata e casse nazionali professionali, nonché il pagamento dei
    cosiddetti avvisi bonari;
  • Sospensione della trasmissione degli adempimenti fiscali;
  • La sospensione degli acconti 2020;
  • Sospensione pagamento Imu per gli immobili destinati alle attività produttive;
  • Il rinvio del deposito bilancio anno 2019;
  • La sospensione della riscossione per i carichi affidati all’Agenzia delle Entrate riscossione;
  • La sospensione delle rate relative ad ogni tipo di rateizzazione ivi comprese le rottamazioni;
  • La sospensione temporanea della riscossione del diritto camerale e delle altre imposte di competenza della Camera di Commercio;
  • La disapplicazione di ogni meccanismo accertativo automatico (modelli Isa/Redditometro) per l’anno di imposta 2020;
  • Sospensione dei termini per gli atti di carattere civile, amministrativo e tributario;
  • Sospensione di tutte le procedure concorsuali ed esecutive;
  • Sospensione procedura segnalazione sofferenze bancarie e finanziarie (p.e. CAI, CRIF).

L’Associazione chiede inoltre lo Stanziamento di una linea di credito a tasso zero e a parziale fondo perduto per la copertura di:

  • fatture emesse ed insolute dal 30/11/2019 fino a 180 giorni dal termine delle misure di contenimento per consentire la
    ripartenza dell’economia;
  • pagamento fitti e pigioni dalla mensilità di febbraio fino alla terza mensilità dalla cessazione delle predette misure;
  • La Predisposizione di nuovi piani di rientro delle esposizioni bancarie , con decorrenza da definirsi di concerto con le associazioni di categoria ed ordini professionali;
  • L’istituzione di un tavolo di lavoro con gli istituti di credito su base nazionale, regionale e locale al fine di addivenire ad un piano di sospensione dei mutui ipotecari e finanziamenti chirografari onde evitare sconfinamenti e/o insoluti con particolare attenzione alle posizioni in affidamento.

Il Presidente Nazionale dell’Associazione Partite Iva Insieme per cambiareGiuseppe Palmisano, conclude: “Le Partite IVA in Italia sono il motore dell’Economia. Senza aiuti il Paese si ferma“.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin