Il dipinto del Reich, l’opera di Raffaello trafugata dai nazisti diventa un libro :ilSicilia.it

Il dipinto del Reich, l’opera di Raffaello trafugata dai nazisti diventa un libro

di
4 Marzo 2021

L’Olocausto e i furti di opere d’arte da parte dei nazisti: un legame sottile e spietato emerge oggi da una nuova e sconvolgente inchiesta pubblicata dalla giornalista cesenate Caterina Boschetti, in occasione della Giornata della Memoria. Un romanzo-inchiesta, con interviste e documenti inediti sulla Shoah, sul più clamoroso furto d’arte della Seconda Guerra Mondiale.

Il dipinto del Reich (edito da SEA Agenzia Letteraria e Casa Editrice) narra la vicenda del Ritratto di Giovane Uomo, opera di Raffaello (a 500 anni dalla morte) rubata nella Cracovia del 1945 dal gerarca nazista Hans Frank e mai più ritrovata. Il quadro, oggi ritenuto il più prezioso oggetto saccheggiato durante la Guerra, è il simbolo della strategia nazista: privare milioni di uomini e donne della cultura, chiudendo scuole, università, teatri, e depredando musei, chiese e collezioni private.

Avvalendosi di interviste a studiosi, docenti universitari e direttori museali, Caterina Boschetti, già autrice delle inchieste Il Libro nero delle Sette in Italia e Il libro nero dei bambini scomparsi (entrambi Newton Compton), ha ripercorso la vicenda del Raffaello, che fu trafugato insieme alla Dama con l’Ermellino di Leonardo da Vinci e a Paesaggio con buon Samaritano di Rembrandt.

Ma se gli Alleati ritrovarono i due, del Raffaello si sono perse le tracce.

L’inchiesta che si snoda tra Polonia, Milano, Bergamo e Firenze, ripercorre con documenti inediti anche le sorti di altre opere d’arte rubate e racconta la Seconda Guerra Mondiale, analizzando le tappe di quella che fu la Soluzione Finale, dando voce a vittime e carnefici. Il volume si avvale inoltre di interviste esclusive a chi salvò gli ebrei, nascondendoli e proteggendoli, ottenendo da Israele l’onorificenza di Giusto tra le Nazioni.

Una pubblicazione interessante con un cammeo, l’intervista inedita a Giorgio Galli, docente all’università di Milano, storico e massimo esperto di nazismo esoterico, scomparso lo scorso dicembre.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin