13 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.42
Categoria

Il futuro possibile!

Il futuro possibile!

di Cleo Li Calzi

La legge sulle ferrovie turistiche valorizzerà la bellezza della Sicilia

La nostra è la Regione che più di ogni altra beneficerà della legge appena approvata dalla Camera. Sono infatti 4, su 18, le linee turistiche individuate, ovvero la Agrigento Bassa-Porto Empedocle, la Castelvetrano-Porto Palo di Menfi, la Alcantara-Randazzo e la Noto-Pachino.
Il futuro possibile!

di Cleo Li Calzi

… Magari resto al Sud

E' una scelta che investe su chi vuol fare impresa scommettendo sulle proprie radici e rivendicando con orgoglio di essere nato nel luogo più bello del mondo. La risposta giusta all’inno siciliano alla rassegnazione “cu nesci arrinesci”
Il futuro possibile!

di Cleo Li Calzi

Ritroviamo l’orgoglio siculo: progettiamo sviluppo

C’é una scommessa nuova che ci lancia l’Europa ed è quella che ci invita a diventare autonomi nello sviluppo e che ci farà uscire in rada: selezioniamo le energie migliori e ripartiamo. Orgogliosamente.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.