Il governo Draghi e i cattivi presagi per il Mezzogiorno :ilSicilia.it

l'opinione di Pietro Busetta

Il governo Draghi e i cattivi presagi per il Mezzogiorno

di
16 Febbraio 2021

Non mi preoccupa il certificato di residenza dei ministri del nuovo governo Draghi quanto il loro approccio al Mezzogiorno. Anche se sono convinto che la linea la darà il nuovo presidente. Intanto aver sostituito un Governo senza una linea è già un merito!

In realtà quello che è accaduto è molto più importante della sola sostituzione di un dignitoso professore con un super esperto. Qui si scioglie il ghiaccio della politica italiana. Ed il Sud è il protagonista del disgelo. La sua indicazione di un folto gruppo di ragazzi, molto volenterosi ma poco esperti, che erano i tanti Masaniello che il popolo meridionale aveva eletto stanco di essere colonia, rientrano a fare gli spettatori da attori in attesa di uscire dalla scena come è previsto dai sondaggi.

Si ritorna al vecchio spettacolo sperando che il nuovo capocomico non ritorni alle vecchie pièces, rappresentate della locomotiva Milano di prima classe che trascina il vagone Napoli sempre più sporco e senza servizi. Vi è una prateria nel Sud di voti che va conquistata dopo il fallimento dei Cinquestelle.

Ma anche al Nord il timore di congelare i voti della Lega in un gruppo ininfluente ha portato i consiglieri di Salvini a fargli cambiare rotta. Da direzione No euro di Bagnai e Borghi a destinazione Governo e quindi Europa, Euro, giacca e cravatta e vestito blu. Si ritorna alla balena bianca quella che ci ha portato nel sottosviluppo, quella della Bocconi e della Cattolica super star.

In attesa che il Sud sostituisca la classe dominante estrattiva eletta con una classe dirigente che magari faccia gli interessi della colonia, prepariamo le valige per partire .

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.