24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.47

L'annuncio a Sala d'Ercole

Il governo Musumeci approva la Finanziaria regionale, ecco quando approderà all’Ars

18 Dicembre 2018

Bilancio di previsione e Finanziaria arriveranno in Aula giovedì 20 dicembre. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Formazione Roberto Lagalla, tra i componenti del governo presenti a Palazzo dei Normanni, che ha risposto alla domanda del presidente dell’Ars Gianfranco Micciché sui tempi necessari per fa arrivare i documenti contabili a Palazzo dei Normanni. Intanto, è all’esame della giunta anche il collegato alla Legge di stabilità.

Il presidente della Regione Nello Musumeci e l’assessore all’Economia Gaetano Armao erano assenti in quanto, si è appreso, impegnati in una riunione con alcune sigle sindacali.

Intanto, all’Ars si è discusso del disegno di legge sull’affidamento in adozione delle aiuole e degli spazi verdi da parte delle amministrazioni comunali siciliane, e la maggioranza è stata impallinata diverse volte, con l’Aula che ha votato emendamenti soppressivi degli articoli 5 e 6 (dopo il 4, che era stato soppresso diverse settimane fa). A questo punto il ddl è stato rimosso dall’ordine del giorno, come comunicato da Roberto Di Mauro, che in quel momento presiedeva l’Aula. Sala d’Ercole convocata per mercoledì 19 dicembre alle 16.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.