18 gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.30
caronte manchette
caronte manchette

La replica dei pentastellati

Il M5S risponde a Musumeci: “Patto sì, ma liberati da chi ti lega le mani”

12 gennaio 2019

Il Movimento 5 stelle risponde a Nello Musumeci, dopo il cambio di rotta del governatore che si è mostrato più che possibilista su un patto all’Ars per portare avanti i disegni di legge.

L’esordio della nota dei pentastellati non è dei più ‘accoglienti’: “L’apertura di Musumeci? Più che un messaggio a noi è un chiaro segnale di fumo ai suoi alleati e ai collaborazionisti del PD. Non possiamo non notare il repentino e inaspettato cambio di opinione del presidente della Regione rispetto a qualche settimana fa, ma questo, più che una reale apertura per risolvere i problemi della Sicilia, ha tutto il sapore della mossa di chi, in netta difficoltà a causa dei continui strattonamenti di giacchetta che non gli consentono di prendere con serenità le dovute decisioni per la Sicilia, vuole lanciare un messaggio chiaro alla sua compagine in vista della Finanziaria”.

musumeci poltronaÈ chiaro a tutti – prosegue la nota del M5S – che i problemi del governo Musumeci nascono proprio da alcuni pezzi della sua maggioranza, così attaccata agli interessi personali e alle poltrone da dimenticare il bene della Sicilia, legando le mani al presidente della Regione”.

Ma quando sembra che i pentastellati vogliano rimandare al mittente l’apertura di Musumeci, ecco che nella nota si intravedono spiragli per un patto d’aula. Il M5S, certo, detta le proprie condizioni: “Musumeci  vuole collaborare? – chiedono i pentastellati – Ribadiamo quello che abbiamo già detto nel recente passato: si liberi dall’imbarazzo di chi lega le sue mani e, attorno ad un tavolo, alla luce del sole e davanti ai cittadini, con un foglio bianco e due penne, scriviamo assieme le riforme per salvare la Sicilia. Non ci interessa altro – conclude il M5S –, solo il bene della nostra terra. Ma prima si liberi dai suoi problemi, sulla sabbia non si costruisce nulla”.

 

LEGGI ANCHE:

Musumeci ci ripensa: “Sì al patto coi Cinquestelle”

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Mafia, ladruncoli, o collezionisti seriali?

Quando si sente parlare di opere trafugate, molto spesso si pensa ad un gesto occasionale, magari a cura di balordi o inconsapevoli ladruncoli, che con poca esperienza arraffano alla meglio quello che capita sotto mano.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.