Il mare come risorsa per il turismo, lunedì si presenta il bando Feamp | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

L'iniziativa, promossa dall'Assessorato Regionale Agricoltura

Il mare come risorsa per il turismo, lunedì si presenta il bando Feamp

26 Luglio 2017

Il mare come risorsa per il turismo. E’ questo il tema del convegno di presentazione del bando Feamp su pescaturismo e ittiturismo dove si discuterà anche delle strategie di valorizzazione delle borgate marinare della costa palermitana. L‘iniziativa, promossa dall’Assessorato Regionale Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea si terrà lunedì 31 luglio a Palermo, alle ore 18.00, presso la Tonnara Florio (Discesa Tonnara 4).

Previsti gli interventi del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, del dirigente generale del Dipartimento regionale pesca Dario Cartabellotta, del Professore Andrea Ferrarella, coordinatore del Flag Golfo di Castellammare e Carini, dell’ingegnere Sergio Marino, componente del Cda del Flag Golfo di Castellammare e Carini. Concluderà gli interventi l’assessore regionale all’Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea Antonello Cracolici.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona