13 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.11
Palermo

I divieti imposti dalla Regione

Il mare negato e le promesse da marinaio. Scattano ancora i divieti di balneazione nella Costa Sud di Palermo

24 Marzo 2018

«Stiamo mettendo in sicurezza il mare di via Messina Marine: entro dicembre – dichiarava a maggio 2017 il sindaco Leoluca Orlando a ilSicilia.it – avremo completamente balneabile la Costa Sud, ben 7 km di costa per il quale abbiamo approvato il Pudm (Piano di utilizzo del Demanio marittimo, ndr), prevedendo che 4,4 km saranno concessi ai privati con benefici e investimenti di lavoro». 

Sono trascorsi 10 mesi da quella promessa pre-elezioni comunali 2017. Uno dei temi cardine della campagna elettorale del sindaco Orlando era la balneabilità della Costa Sud (“Sarà come Mondello”, vedi qui), da decenni luogo dimenticato, tra discariche a cielo aperto, rifiuti speciali e sospetti di alte concentrazioni tumorali (LEGGI QUI).


divieto-di-balneazioneIn attesa delle indagini dell’Arpa e della Capitaneria di Porto, interviene la Regione con il decreto pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale che stabilisce il via alla stagione balneare 2018 dal 1 aprile. Ed elenca le varie spiagge siciliane che (tra inquinamento, mancata depurazione e altri motivi) vengono inseriti nella black list delle spiagge interdette alla balneazione.

Ecco l’elenco delle spiagge off-limits ai bagnanti: Vergine Maria, Sant’Erasmo (in via Messina Marine), il tratto compreso tra il porto della Bandita fino al Lido Olimpo e quello compreso tra la fine porto di Sant’Erasmo e l’inizio di quello della Bandita. Nessuna notizia relativa alla foce dell’Oreto e al mammellone di Acqua dei Corsari.

GURS 23.03.2018 - Spiagge non balneabili a Palermo
GURS 23.03.2018 – Spiagge non balneabili a Palermo

A quelli si aggiungono i vari porticcioli, le zone portuali di Bandita, Mondello, Sferracavallo, Isola delle Femmine, Addaura, Trappeto, Balestrate, Terrasini, S. Nicola, Trabia, Cefalù e Ustica. “I tratti di mare e di costa già vietati alla balneazione per inquinamento – si legge nel decreto –  possono essere soppressi o rideterminati, per la successiva stagione balneare, solo a seguito di comunicazione, da parte dei sindaci dei comuni
interessati, dell’avvenuta messa in atto delle misure di risanamento o consolidamento dell’area interessata con l’effettuazione dei campioni di acqua di mare”.

 

LEGGI ANCHE:

Costa Sud come Mondello nel 2018. Ecco il progetto: ruota panoramica, spiaggia attrezzata e attività sportive [Foto]

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
LiberiNobili
di Laura Valenti

Donne che amano troppo

Le vie della dipendenza relazionale sono da rintracciare nell’infanzia perché si è stati emotivamente deprivati di tutte quelle conferme necessarie a una buona e sana crescita del sé e per via dei condizionamenti socioculturali e religiosi che portano a essere maledettamente insicuri e dipendenti nella relazione con il proprio partner.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.