Il menu di San Valentino? Un mix di cibo, sesso e tanto amore [Le ricette] :ilSicilia.it

Per il 14 febbraio una cenetta romantica sotto il segno di Cupido

Il menu di San Valentino? Un mix di cibo, sesso e tanto amore [Le ricette]

di
13 Febbraio 2019

San Valentino è, ormai, alle porte e ogni donna, anzi ogni femmina, si trasforma in Afrodita, dea dell’erotismo culinario perché amore, sesso e cibo, diciamolo a chiare lettere, vanno a braccetto.

Il piacere andrebbe coniugato sempre a 360°, ma se così non fosse almeno in questo giorno lanciatevi in un universo goloso e lussurioso, accattivante e immaginifico, stupendo l’altra metà della mela, il partner del momento, l’amicante (amico-amante) e deliziatelo, irretitelo con le vostre tante arti che, magari, nemmeno sospetta. Se l’appetito vien mangiando, vi assicuriamo che, a fine cena, il lui o la lei prescelti saranno appassionatamente e convintamente vostri.

Create una sorta di percorso fatto di profumi, luci soffuse, musica, preferibilmente rock per dare un brivido caldo, e che l’amore e la passione siano con voi.

Vi proponiamo, di seguito, un menù facile, per tutte le tasche, in cui utilizzeremo pochi ingredienti: pepe nero, peperoncino, zenzero, lime, cioccolato, tutti considerati con grandi proprietà afrodisiache e stimolanti. Vi consigliamo caldamente mini porzioni per non rischiare l’effetto narcolettico e cancellate dalla vostra mente la locuzione latina: “Melius abundare quam deficere“, perché questo non è il caso. Siete pronti per questo viaggio nel gusto? Allora si parte.

Antipasto

“Impepata di cozze”

Ingredienti:

  • Cozze
  • 1 spicchio di aglio
  • pepe a vostro piacimento
  • olio
  • prezzemolo
  • crostoni di pane

Procedimento:

1.Ponete le cozze pulite in una padella ampia, coprite con un coperchio e fatele aprire una per una a fuoco dolce. Dopo qualche minuto, avendo verificato che siano tutte aperte, travasatele in un altro recipiente e filtrate il liquido che avranno rilasciato.

2.In un’altra padella fate rosolare uno spicchio di aglio in poco olio e, quando sarà dorato, aggiungete le cozze con il loro liquido. Fate cuocere per pochi minuti e spegnete. Spolverizzate con abbondante pepe nero, aggiungete qualche fogliolina tritata di prezzemolo e servite la vostra impepata di cozze su crostoni di pane oliati e passati nel forno.

Primo piatto

“Linguine ai gamberi profumate allo zenzero”

Ingredienti:

  • 200 g di linguine
  • 200 g di gamberetti
  • zenzero grattugiato
  • uno spicchio d’aglio
  • prezzemolo tritato q.b.
  • olio extravergine
  • grani di pepe rosa

Procedimento:

1.Sgusciate i gamberetti ed eliminate il budellino nero. Sciacquateli sotto acqua corrente e tamponateli.

2.Grattugiate lo zenzero e, in un tegame, versate l’olio extravergine d’oliva in cui farete rosolare lo spicchio d’aglio. Unite i gamberetti e fateli cuocere per 3-4 minuti circa.

3.Lessate le linguine in abbondante acqua salata; scolatele e fatele amalgamare nel tegame con i gamberetti e lo zenzero grattugiato. Ultimo tocco, una spolverata di prezzemolo tritato e grani di pepe rosa.

Secondo piatto

“Filetti di salmone al lime”

Ingredienti:

  • Filetti di salmone fresco
  • mezzo Lime
  • sale
  • pepe nero in grani
  • olio extra vergine di oliva
  • due fogli di carta forno

Procedimento:

1.Insaporite i filetti, condite con due pizzichi di sale e di pepe.
Tagliate mezzo lime a fettine molto sottili e tenetele da parte in un piattino.

2.Preparate due fogli di carta forno più grandi della teglia,
adagiatevi il salmone, inserendo sotto qualche fetta di limone, e chiudete il cartoccio a caramella con uno spago da cucina.

3.Scaldate il forno a 200 gradi e fate cuocere il filetto per 10 minuti circa.
Terminata la cottura, portate il cartoccio in tavola, scartate e condite con un filo di olio extra vergine.

Dolce

“Tortino al cioccolato dal cuore fondente al peperoncino”

Ingredienti:

  • 150 g di cioccolato fondente
  • 100 g di burro
  • 2 uova
  • 100 g di zucchero
  • 40 g di farina
  • 10 g di cacao in polvere
  • 1 pizzico di peperoncino

Procedimento:

1.Sciogliete il cioccolato con il burro, trasferitelo in una ciotola a raffreddare e aggiungete uova, zucchero, farina, cacao amaro e peperoncino.

2.Imburrate e infarinate dei pirottini con il cacao amaro.
Riempite con l’impasto e cuocere per 10 minuti in forno a 200 gradi.

Buon San Valentino non solo agli innamorati, ma a tutti coloro che si vogliono bene che siano genitori, fratelli o, semplicemente, amici.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.