Il ministro dell'Interno Salvini in Sicilia: "Toglieremo alla mafia fino all'ultimo centesimo" :ilSicilia.it
Catania

Prima tappa a Catania poi a Messina

Il ministro dell’Interno Salvini in Sicilia: “Toglieremo alla mafia fino all’ultimo centesimo”

di
14 Agosto 2018

Vigilia di Ferragosto in Sicilia per il ministro dell’Interno Matteo Salvini che visitando a Catania la Geotrans, azienda confiscata alla mafia, ha detto: “Ai mafiosi gli porteremo via tutto fino all’ultimo centesimo“, perchè è “l’unico linguaggio che capiscono“.

salvini-a-catania-2Questa azienda – ha aggiunto – è uno dei 15 mila beni confiscati che vogliamo che siano utilizzati al meglio“.

Oggi ho incontrato amministratori e lavoratori di un’azienda confiscata alla mafia e oggi è gestita bene, con profitto e trasparenza. Per me combattere la mafia è una priorità, le chiacchiere le lascio ad altri“, ha aggiunto Salvini.

Il ministro Salvini si è espresso anche relativamente alla questione migranti: “”L’Italia ha accolto negli ultimi anni più di 700 mila migranti. I nostri porti sono chiusi, i nostri cuori sono aperti per aiutare questi ragazzi a non scappare da casa loro. Aquarius attraccherà, mi dicono, a Malta e gli immigrati verranno suddivisi su altri Paesi europei. Era ora”

L’Italia non poteva continuare ad essere il campo profughi di tutta Europa – ha aggiunto – Il no, la determinazione e il coraggio di questo governo è servito a svegliare l’Europa“.

Per quanto riguardo il buco da 1,6 miliardi di euro del Comune di Catania Salvini ha detto “Il denaro pubblico è sacro, qualcuno dovrà rispondere penalmente, civilmente e politicamente”, del “buco di quasi un miliardo e mezzo di euro“, inoltre il vicepremier non esclude nelle prossime settimane un intervento per salvare il Comune etneo dal dissesto.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.