Il mistero dei gatti morti a Villa Tasca. L'allarme sui social: "Attenzione ai bocconi avvelenati" :ilSicilia.it
Palermo

La segnalazione su Facebook

Il mistero dei gatti morti a Villa Tasca. L’allarme sui social: “Attenzione ai bocconi avvelenati”

di
26 Aprile 2017

 

Gatti avvelenati«Ancora misteriose sparizioni di gatti nel quartiere Villa Tasca di Palermo». L’allarme corre sulla pagina Facebook omonima: «Ci segnalano, ancora una volta, delle sparizioni “sospette” di gatti nel nostro quartiere: la situazione va avanti, ormai, da diversi mesi, ed i residenti di via Bertini cominciano seriamente ad essere preoccupati per la sorte degli animali. Il fatto desta ancor più curiosità e clamore in quanto gli animali spariscono da un giorno all’altro, e non può trattarsi di semplice “coincidenza”, perché accaduto più volte e sempre con le stesse dinamiche. Il mistero s’infittisce…». Con questo post si lanciava l’allarme lo scorso 11 aprile.

 

Il mistero però sembra essersi risolto poche ore fa. Pare siano stati trovati, infatti, dei bocconi avvelenati.


«Dobbiamo, purtroppo, riferirvelo nuovamente: se ben ricordate, qualche giorno fa – raccontano oggi sulla pagina social – vi abbiamo parlato degli splendidi gattini che scorrazzavano liberi lungo i giardinetti di viale Regione Siciliana, splendidamente accuditi dai volontari del palazzo che danno loro da mangiare e li curano con tanto e tanto amore. Ricorderete senz’altro che, sempre qualche settimana fa, vi abbiamo raccontato della nascita di una cucciolata, sempre nel giardino in questione. Ebbene, apprendiamo, purtroppo che uno dei gatti adulti che erano soliti giocare in quella zona, tre giorni fa è stato ritrovato morto: si pensa sia stato avvelenato. Purtroppo non sarebbe la prima volta: ci auguriamo che, questa volta, qualora fosse vero, si vada realmente a fondo dell’accaduto. Da parte nostra – conclude il post – abbiamo sensibilizzato più e più volte gli organi competenti circa tale problema, visto che si presenta anche in altre zone del quartiere, ma, come spesso ci viene risposto: “i gatti camminano ed è impossibile risalire a chi e come possa far loro male”. Di certo, la situazione sta diventando insostenibile».

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin