Il Museo Civico di Termini Imerese inaugura le sue attività culturali con ''Natale al Museo 2019'' :ilSicilia.it
Palermo

L'inizio delle attività oggi alle 17,30

Il Museo Civico di Termini Imerese inaugura le sue attività culturali con ”Natale al Museo 2019”

12 Dicembre 2019

La programmazione delle attività culturali “Natale al Museo 2019” si inaugurerà oggi alle 17:30 a Termini Imerese (PA) con la personale del maestro d’arte internazionale Giusy Siragusa; proseguirà sabato 14 con la conferenza “Segni e suggestioni sul primo Cristianesimo lungo le strade della Sicilia antica” a cura di BCsicilia con l’intervento del prof. Aurelio Burgio (docente di topografia antica UNIPA); mercoledì 18 sarà la volta della musica: al violino il Maestro Giovanna Pia Ferrara e la voce del giovane talento termitano Sofia Di Pietro.

Natale al Museo-termini imereseLe attività si concluderanno venerdì 20 con la conferenza “il restauro conservativo”, a cura dell’archeoclub d’Italia sede Cefalù, dove interverranno la dott.ssa Stefania Randazzo (Storica dell’Arte e Presidente dell’Archivio Internazionale per la Storia e l’Attualità del Restauro) e della dottoressa Antonella Tumminello (Docente di Restauro UNIPA).

La struttura museale rimarrà aperta nei giorni 22, 26, 29 dicembre 2019 e 5 gennaio 2020, dalle ore 16 alle ore 20, al fine di garantire una più ampia fruibilità a cittadini e visitatori.

“Uno sforzo organizzativo continuo che tende a creare sinergia sul territorio e che ci ha premiati con una buona partecipazione della comunità a tutte le attività organizzate”. Lo afferma Fabio Lo Bono, responsabile amministrativo del Museo Civico Baldassare Romano di Termini Imerese.

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.