Il nuovo libro di Giusi Parisi "Bullismo. Una storia per capire" ai Cantieri Culturali alla Zisa :ilSicilia.it
Palermo

Venerdì 18 ottobre presso lo Spazio Tre Navate

Il nuovo libro di Giusi Parisi “Bullismo. Una storia per capire” ai Cantieri Culturali alla Zisa

17 Ottobre 2019

Siciliando consiglia e supporta “Bullismo. Una storia per capire“, il nuovo libro di Giusi Parisi, edito dalla Einaudi Ragazzi, la cui presentazione ufficiale si terrà venerdì 18 ottobre, alle 17.30, presso i Cantieri Culturali alla Zisa – Spazio Tre Navate.

Bullismo. Una storia per capire

Giusi Parisi, insegnante palermitana, già autrice di testi su temi attuali e delicati quali il bullismo e il cyberbullismo, affronta ancora una volta il fenomeno con la sensibilità e l’esperienza di chi, come docente, conosce e vive l’argomento. A dialogare con la scrittrice, professori, dirigenti scolastici e i protagonisti assoluti, gli studenti, che leggeranno e commenteranno alcuni brani di “Bullismo. Una storia per capire“. Presente all’evento Roberto Lagalla, Assessore Regionale all’Istruzione e Formazione Professionale.

Adesso sveliamo senza rivelare il libro, accompagnandovi in questa storia così attuale. Il fenomeno del bullismo, piaga sempre più attuale che mina la serenità di molti ragazzi vessati da branchi di lupi che, da soli, diventano pavidi agnellini, si manifesta inaspettatamente e subdolamente. È ciò che capita a Zoe, Adriano, Rachele, Leo, Tamara, Gabriele, Raffaele e Naomi, compagni di allenamento in un’associazione sportiva, le cui giornate trascorrono normalmente, fino a quando arriva Carlotta, una dodicenne minuta, timida e maldestra che diventa subito per loro una sorta di pungiball su cui scaricare le proprie frustrazioni e miserie. Ed ecco che la ragazzina diventa oggetto di scatti mentre inciampa, cade o non riesce a sollevare attrezzature leggerissime: video, meme, fotografie la ridicolizzano, circolando in una chat di gruppo dalla quale Carlotta è esclusa. Le cose cambieranno con la convocazione di Marilena, ispettrice della polizia postale che racconterà la storia di Anonima, vittima di bullismo, e quella di Bianca, vittima di cyberbullismo? A noi tutti il compito di scoprirlo, imparando a leggere dentro i nostri figli che, da universi noti, diventano di colpo sconosciuti.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.