Il nuovo reparto post Covid e la ripartenza del "Garibaldi" Di Catania, De Nicola:"Siamo al pari con gli obiettivi"| CLICCA E GUARDA IL VIDEO :ilSicilia.it
Catania

il servizio

Il nuovo reparto post Covid e la ripartenza del “Garibaldi” Di Catania, De Nicola:”Siamo al pari con gli obiettivi”| CLICCA E GUARDA IL VIDEO

di
12 Ottobre 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

È la ripartenza il light motive dell’Ospedale Garibaldi, che oggi sta procedendo con solerzia verso questa direzione: “Sto continuando a ricoverare persone malate di Covid, nessuna in terapia intensiva e quindi si rileva un forte abbattimento dei casi. Questo ci sta consentendo a poco a poco di ridurrei i posti letto per i Covid e riaumentare la disponibilità per le altre patologie“, dichiara Fabrizio De Nicola, direttore generale dell’Arnas “Garibaldi” di Catania.

Un’altra faccia della medaglia su cui versa l’attenzione del Garibaldi è l’abbattimento delle liste d’attesa: “Il nostro obiettivo è quello di abbattere le liste d’attesa e cercare di ridurre i disagi che inevitabilmente hanno condizionato i pazienti non Covid – continua De Nicola – Tutto questo ci sta permettendo di ripartire, che significa riaprire le agende, rivedere le priorità, andare nella direzione di un finanziamento che abbiamo avuto dalla Regione Siciliana. Questo è volto ad incentivare l’attività dei medici e degli operatori sanitarie grazie a questo stiamo investendo con nuovi reparti: abbiamo inaugurato da poco il nuovo ambulatorio dei malati oncologici e abbiamo implementato le sale d’attesa“.

Ma la vera novità è il reparto per i pazienti post Covid: un luogo a cui, anche da fuori, i pazienti con long Covid si affidano. Nell’ultimo anno l’Ospedale Garibaldi ha dedicato buona parte dei 600 posti letto alla cura dei pazienti Covid: “Ci siamo accorti da subito, anche grazie alle segnalazioni dei medici, che questi pazienti ex virus continuavano ad avere dei risentimenti dalla malattia: problematiche respiratorie, cardiologiche, etc… Allora abbiamo creato un reparto che è tra i primi al sud Italia, chiamato ‘Riabilitazione post Covid‘”, spiega il direttore generale dell’Arnas.

Sono 10\12 posti letto quelli del “Reparto di Riabilitazione Covid” dedicati ai pazienti che, sebbene usciti dalla malattia, hanno ancora diversi risentimenti: “Abbiamo concentrato in questo reparto più figure professionali come cardiologi, pneumologi, fisioterapisti, psicologi, perché in alcuni casi ci sono state conseguenze deleterie sulla psiche. Il reparto è dotato anche di una palestra per la riabilitazione. La richiesta è tanta e noi facciamo il possibile per seguire al meglio i nostri pazienti e se potremo aumentare i posti di questo reparto, lo faremo“, conclude De Nicola.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin