Il Palermo sconfitto. Rosanero condannati in B :ilSicilia.it

La partita è terminata 2-0 per i ciociari

Il Palermo sconfitto. Rosanero condannati in B

di
16 Giugno 2018

Dopo Empoli e Parma, anche il Frosinone torna in Serie A. Nella finale di ritorno dei play-off, gli uomini di Longo hanno battuto 2-0 il Palermo allo Stirpe (gran gol di Maiello al 52′, a segno anche Ciano in pieno recupero) tornando nella massima serie dopo due stagioni.

Risse, nervi a fior di pelle, rigori concessi e poi tolti, palloni lanciati in campo dalla panchina, invasione di campo pochi secondi prima del triplice fischio finale: è successo veramente di tutto allo Stirpe. Ma è successo soprattutto che il Frosinone ha battuto 2-0 il Palermo tornando in serie A dopo due stagioni: Maiello e Ciano hanno ribaltato la sconfitta del Barbera al termine di una partita dalle mille emozioni e giocata sul filo dell’equilibrio fino al 95′.

Dopo 10 minuti di tensione altissima e scontri a ripetizione – La Penna ammonisce subito Krajnc per un colpo a Nestorovski e Soddimo per simulazione in area, nell’azione si fa male Dawidowicz, tocca a Szyminski -è il Palermo ad andare vicino al gol: gran destro di Murawski, para Vigorito; poi Rispoli non arriva sul cross di Coronado.

Stellone ha scelto l’11 che aveva iniziato il match d’andata, vinto in rimonta (Coronado dietro Nestorovski e La Gumina), mentre Longo – già privo di Daniel Ciofani – rilancia Soddimo con Ciano e Dionisi, dando spazio anche a Brighenti e Maiello. Chiavi del centrocampo affidate a Gori. Il Frosinone spaventa il Palermo con un colpo di testa di Ciofani che fa infuriare Terranova, meglio appostato alle sue spalle. Coronado e Jajalo da una parte, Dionisi e Crivello dall’altro cercano varchi interessanti, ma trovano attenti Vigorito e Pomini. Prima vera chance per i ciociari al 33′: il sinistro di Ciano stavolta non è preciso come al Barbera.

Alla luce del ritorno della finale play-off fra Frosinone e Palermo, che ha premiato i ciociari, questa la nuova serie A 2018-19: Atalanta; Bologna; Cagliari, Chievo; Empoli; Fiorentina; Frosinone; Genoa; Inter; Juventus; Lazio; Milan; Napoli; Parma; Roma; Sampdoria; Sassuolo; Spal; Torino e Udinese.

Il Palermo sembra tenere senza particolari difficoltà le folate laziali, eppure in avvio di ripresa (minuto 52′) il Frosinone passa: gran giocata di Maiello, che col destro dal limite indovina l’incrocio dei pali. Esplode lo Stirpe, nulla da fare per Pomini che poco dopo vede il mancino di Soddimo spegnersi a lato. Stellone cambia subito: Gnahorè per Rispoli, rosanero con il 4-3-1-2. Poco dopo l’ora di gioco accade di tutto: Coronado viene atterrato da Brighenti – al limite o, molto più probabilmente, sulla linea -, comunque La Penna prima concede la punizione, poi il rigore, quindi torna sui suoi passi. La barriera respinge la conclusione di Jajalo. Stellone si gioca il tutto per tutto con Trajkovski, gli infortuni tolgono a Longo sia Gori che Masiello. Finale tesissimo: il Palermo ci prova senza particolare convinzione, il Frosinone si chiude, usa mezzi poco leciti (dalla panchina piovono palloni nel recupero) ma in contropiede firma il 2-0 con Ciano. I tifosi invadono il campo prima del fischio finale, impossibile per La Penna riprendere il gioco dinnanzi a un entusiasmo incontenibile. Cala il sipario. Il Frosinone è in Paradiso, il Palermo invece è condannato a un altro anno di B.

Ecco il tabellino:

Frosinone: (3-5-2) –  Vigorito 6.5; Brighenti 6.5, Terranova 7, Krajnc 7; Ciofani 6.5, Maiello 8 (39’st Kone’ 6.5), Gori 6 (29’st Chibsah 6), Soddimo 7 (43’st Frara sv), Crivello 6.5; Ciano 7, Dionisi 6.5.

In panchina: Bardi, Russo, Besea, Beghetto, Volpe, Matarese, Citro, Sammarco.

Allenatore: Longo 7.

Palermo: (3-4-1-2) –  Pomini 6.5; Dawidowicz sv (8’pt Szyminski 5.5), Struna 6, Rajkovic 5.5; Rispoli 5.5 (12’st Gnahore’ 6), Jajalo 5.5, Murawski 6 (32’st Trajkovski 5.5), Aleesami 5; Coronado 5; Nestorovski 5, La Gumina 5.

In panchina: Maniero, Posavec, Accardi, Moreo, Rolando, Balogh, Fiordilino, Fiore, Ingegneri.

Allenatore: Stellone 5.

Arbitro: La Penna di Roma 4.5.

Reti: 7’st Maiello, 51’st Ciano

Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Espulsi al 18’st Dawidowicz (dalla panchina) e il team manager del Frosinone per proteste. Ammoniti: Krajnc, Soddimo, Jajalo, Dionisi, Aleesami, Nestorovski, Ciofani, Szyminski, Struna. Angoli: 2-1 per il Palermo. Recupero: 2′; 5’+2′.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.