Il Palermo si sblocca ma non basta, il Bisceglie trionfa 2-1 | LE PAGELLE :ilSicilia.it
Palermo

ROSANERO ULTIMI IN CLASSIFICA

Il Palermo si sblocca ma non basta, il Bisceglie trionfa 2-1 | LE PAGELLE

di
18 Ottobre 2020

Terza sconfitta in campionato per il Palermo, battuto sul campo del Bisceglie per 2-1.

I rosanero partono bene ma al 15′ i padroni di casa trovano il gol del vantaggio con un destro dalla lunga distanza di Maimone. Gli ospiti si spengono e i neroazzurri raddoppiano al 32′ con Mansour, abile a muoversi sulla linea del fuorigioco, a saltare Pelagotti e a depositare in rete. Poi non succede nulla fino al minuto 87, quando Luperini trova la via della rete accorciando le distanze.

Prestazione complessivamente deludente per gli uomini di Boscaglia, gravati da una condizione non ottimale e da una identità di gioco ancora da ricercare. I rosanero sono così mestamente ultimi in classifica, con un solo gol fatto e ben sei subiti. Adesso il Palermo è atteso dalla sfida casalinga nel turno infrasettimanale contro la Turris.

LE PAGELLE

Pelagotti 5: Poco attento sul primo gol, si fa saltare troppo facilmente da Mansour sul secondo.

Almici 4,5: Il neoarrivato prova a dare subito il suo contributo e lo fa sulla fascia in fase offensiva. E’ però in ritardo sul gol del 2-0 del Bisceglie, in quanto tiene in gioco Mansour.

Lancini 4,5: Male, così come tutta la linea difensiva.

Crivello 4: Da un difensore come lui non ci si aspetta un errore come quello commesso sul primo gol casalingo. La sua respinta corta, ma soprattutto centrale, diventa oro per Rocco che poi serve Maimone per il vantaggio. Sottotono.

Corrado 4,5: Anche lui in cerca della migliore condizione

Odjer 5: Buona prestazione nei primi quindici minuti, poi sparisce dal campo.

Luperini 6: Ci prova e riesce finalmente a sbloccare i suoi. Ma non basta, serve di più.

Kanoute 4: Anonimo, nient’altro da aggiungere.

Rauti 5: Va riconosciuta al ragazzo la buona volontà e la voglia di fare, ma il gol divorato al primo minuto poteva cambiare la partita. Colpevole.

Valente 3,5: Veramente incomprensibile il suo primo tempo.

Lucca 3: Come Kanoute, con la mancanza dell’attenuante dell’essere un nuovo arrivato. Oggetto misterioso.

Santana 5: Entra ad inizio secondo tempo e prova a creare qualcosa, ma da soli non si va da nessuna parte.

Saraniti 5: Sicuramente meglio rispetto alle ultime uscite, ma c’è ancora molta strada da fare.

Floriano 6: Al momento è stato messo ai margini da Boscaglia per esigenze di modulo, ma l’ex Bari è più che una risorsa per una squadra in difficoltà. Da sfruttare di più.

Silipo s.v.

Broh s.v.

All.Boscaglia 4: Non si può andare avanti a forza di esperimenti. Un punto in quattto gare, un solo gol segnato e sei subiti. Questa squadra naviga a vista e senza un timoniere. Incomprensibile la scelta di lasciare in panchina Floriano, preferendo uno spento Valente. Ci vuole ben altro per portare a casa i punti.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

Parte bene il Palermo, più per demeriti degli avversari che per vere trame offensive create. Al 1′ Rauti ha un’occasione d’oro per portare i rosanero in area, ma è bravo l’estremo difensore Russo a neutralizzarlo e a deviare in angolo. Gli uomini di Boscaglia pressano alto, per cercare di mettere in difficoltà i pugliesi.

Ma i neroazzurri hanno uno scatto di genio e trovano il gol del vantaggio. Errore difensivo di Crivello che respinge centralmente un cross dalla trequarti. Sulla palla si fionda Rocco, che stoppa e serve Maimone. L’ex Leonzio si sistema il pallone e scarica un destro devastante che trova il set: è 1-0 Bisceglie.

Il Palermo sparisce letteralmente dal campo e non riesce a creare più nulla. Anzi, si espone al contropiede letale del Bisceglie, che trova la via del raddoppio al 32′. Sugli sviluppi di un corner rosanero, Vitale parte palla a terra in contropiede dal limite della sua area. L’esterno serve Cittadino che lancia in avanti Rocco. Il fantasista serve Mansour (tenuto in gioco da Almici), che salta Pelagotti e trova il raddoppio. Bisceglie-Palermo si spegne all’intervallo sul 2-0.

LA RIPRESA

Boscaglia prova a spariglire le carte con un doppio cambio: fuori Lucca e Kanoute, dentro Santana e Saraniti. Al 10° della ripresa Bucaro fa la sua prima mossa inserendo Sartore al posto di Mansour. Al 62′ altro cambio per i padroni di casa: dentro Padulano e fuori Vitale. In campo intanto non succede nulla.

Boscaglia prova ad inserire Broh al posto di Odjer. Al 71′ il Palermo si rende finalmente pericoloso con Santana che, a pochi metri dalla porta, colpisce di testa. Il fantasista si inarca troppo e non trova la porta. Boscaglia le prova tutte. Al 73′ dentro anche Floriano per Corrado. Bucaro invece inserisce Musso al posto di Rocco. Due minuti dopo dentro anche Silipo, al posto di un anonimo Valente. A tre dalla fine il Palermo improvvisamente la riapre. Sugli sviluppi di un corner, Luperini è bravo ad inserirsi e a bucare Russo. I rosanero a questo punto si gettano in avanti per riagguantare almeno il pareggio, ma non c’è più tempo. Bisceglie-Palermo termina 2-1.

 

LE FORMAZIONI

BISCEGLIE: 1 Russo; 4 De Marino, 5 Priola (C), 6 Vona, 3 Giron; 23 Maimone, 8 Cittadino, 16 Pelliccia; 11 Rocco, 9 Vitale, 7 Mansour. Allenatore: Bucaro

A disposizione: 22 Spurio, 9 Manfrellotti, 10 Padulano, 13 Zagaria, 14 Cigliano, 15 Ferrante, 18 Musso, 20 Lauria, 21 Casella, 24 Sartore, 25 Tarantino.

PALERMO: 1 Pelagotti, 29 Almici, 19 Lancini, 6 Crivello (C), 3 Corrado, 19 Odjer, 27 Luperini, 20 Kanoute, 23 Rauti, 14 Valente, 17 Lucca. Allenatore: Boscaglia.

A disposizione: 12 Fallani, 2 Doda, 4 Accardi, 7 Floriano, 8 Martin, 9 Saraniti, 10 Silipo, 11 Santana,  16 Peretti, 21 Broh.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

Il Lupo perde il pelo ma non il vizio

Dov’è finito quel Giuseppe Lupo che da segretario provinciale della Cisl di Palermo, con pacatezza, riusciva a districarsi tra le vertenze più scabrose al tempo in cui rivestiva questo prestigioso incarico?
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.