Il pallino di De Luca per il partito meridionalista: tra sondaggi e Jeeg Robot :ilSicilia.it
Messina

verso le elezioni

Il pallino di De Luca per il partito meridionalista: tra sondaggi e Jeeg Robot

di
27 Maggio 2022

Un occhio alle amministrative del 12 giugno, un altro alle Regionali d’autunno e tutte e due le orecchie a quel che accade a livello nazionale in vista delle Politiche 2023. Il vero pallino di Cateno De Luca è Roma. Non a caso contemporaneamente al sondaggio commissionato alla SWG sugli orientamenti di voto per le amministrative di Messina, l’ex sindaco ne ha richiesto un altro, quello sul Partito Meridionalista che potrebbe sbarcare in Parlamento nel marzo del 2023.

Nel fitto cronoprogramma di De Luca, un mix di appuntamenti a sostegno di Federico Basile sindaco e tour per la candidatura alla presidenza della Regione, c’è il lancio del movimento meridionalista, con un comizio, domani pomeriggio, ed un convegno domenica mattina al Comune, alla presenza di Pino Aprile. Da tempo annuncia anche la presenza di “Mister X”, una figura politica di primo piano che però, a quanto pare, nelle ultime ore avrebbe fatto un passo indietro al punto da spingere De Luca a scrivere su facebook e sulla locandina: “Mister X non c’è, ma sono in cerca di Jeeg Robot”.

Le indiscrezioni fioccano, c’è chi ipotizza sia Dino Giarrusso che proprio ieri ha detto addio ai 5Stelle annunciando di voler far un “partito tutto suo”. C’è chi ipotizza Sgarbi (ha un candidato nella lista Prima l’Italia) per non parlare di nomi fantasiosi quali il governatore della Campania Vincenzo De Luca. All’inizio c’è stato anche chi ha pensato a Matteo Salvini.

Tutta acqua al mulino di Cateno che dopo il sondaggio sul movimento meridionalista si sente pronto a far proseliti tra gli scontenti in modo trasversale. Già perché stando alle risposte date ai sondaggisti e “tarate” su di lui, in Italia il suo nome è conosciuto da un 46%. L’intenzione di voto per un eventuale movimento meridionalista è stando al sondaggio al 3,3%, rispetto ad una soglia del 3% prevista a livello nazionale.

Tanto basta all’ex sindaco per lanciare il partito del sud guardando ad almeno i prossimi dieci mesi davanti. Messina a questo punto diventa la stazione di partenza. L’indagine quantitativa è stata condotta mediante una rilevazione online con metodo CAWI all’interno di un campione di 1200 soggetti italiani maggiorenni. Le interviste sono state somministrate tra il 18 e il 23 maggio 2022.

SWG_Nuovo partito Meridionalista_Report_38259j_VERSIONE DE LUCA

“Il gradimento di un nuovo partito meridionalista va oltre ogni ordinaria aspettativa alla luce del fatto soprattutto che ancora dobbiamo iniziare- spiega De Luca– Senza sottovalutare oltretutto un altro dato, ovvero che lo sbarramento nazionale scatta al 3%. Siamo ancora più convinti che il momento giusto sia adesso, che ora più che mai sia necessario portare avanti questo progetto rivoluzionario. Sabato a Messina in piazza Duomo lanceremo ufficialmente il nostro progetto meridionalista con l’obiettivo di avviare un percorso politico che possa portarci ad imporci anche a livello nazionale. Ciò che succederà sabato con la partecipazione di un importante personaggio del panorama politico nazionale determinerà a cascata una serie di reazioni destinate a scuotere gli equilibri ed a far decollare il nostro progetto. Lo avevo detto in tempi non sospetti, Messina sarà il fulcro dei nuovi equilibri politici regionali e nazionali e il nostro nuovo progetto politico è destinato a riscattare non solo il meridione ma l’intero “sistema Italia”.

Nessun indicazione sul nome di Mister X o Jeeg Robot che sia.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.