Il Papa a Palermo nel nome di Padre Pino Puglisi | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

La messa del Pontefice al Foro Italico

Il Papa a Palermo nel nome di Padre Pino Puglisi | VIDEO

di
15 Settembre 2018

Guarda il video in diretta in alto

Sono ottantamila i fedeli che si sono dati appuntamento al Foro Italico di Palermo per assistere alla Santa Messa di Papa Francesco. Si sono presentati fin dalle prime luci del mattino per mettersi in fila in attesa di passare i controlli serrati ai varchi che portano agli accesi del Foro Italico.

Tantissimi “Papaboys”, famiglie, enorme il flusso di persone che si è riversato nel capoluogo siciliano per il Pontefice.

La giornata di oggi è dedicata al ricordo del beato Padre Pino Puglisi, il parroco di Brancaccio, che venne assassinato dalla mafia il 15 settembre del 1993, perché lavorava quotidianamente per il riscatto del proprio quartiere. “La mafia lo ha ucciso, ma in realtà ha vinto Padre Puglisi con Cristo risorto. Lodiamo Dio per la luminosa testimonianza di Don Giuseppe Puglisi e facciamo tesoro del suo esempio”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.