Il primo mese della nuova Fipav Sicilia, il presidente Di Giacomo tra bilancio e obiettivi :ilSicilia.it

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DI GIACOMO

Il primo mese della nuova Fipav Sicilia, il presidente Di Giacomo tra bilancio e obiettivi

di
14 Aprile 2021

Ad un mese dall’insediamento ufficiale del nuovo Consiglio Regionale di Fipav Sicilia (lo scorso 12 marzo il passaggio di consegne) torna l’appuntamento in diretta social con il seguitissimo format realizzato in campagna elettorale da Nino Di Giacomo, trasformato adesso in “Laboratorio di idee” ma sempre con lo stesso spirito che lo ha reso imperdibile ed apprezzato nei mesi precedenti: trasparenza di informazione e condivisione di idee ed obiettivi.

Nonostante le prime naturali difficoltà legate al periodo di assestamento alla guida della complessa macchina organizzativa del movimento pallavolistico siciliano, il Presidente Nino Di Giacomo vuole mantenere le promesse e torna ad aprirsi al dialogo ed all’interazione e, programmando questo appuntamento per il primo martedì di ogni mese, traccia una sintesi di questo primo mese di attività della nuova FIpav Sicilia.

LA DICHIARAZIONE

Riprendiamo da dove avevamo lasciato per rimanere in contatto con tutti i nostri tesserati e condividere con tutti loro gli sforzi ed il lavoro che stiamo realizzando – afferma Di Giacomo –. È stato un mese certamente non semplice dal punto di vista organizzativo: abbiamo ereditato una macchina organizzativa molto complessa e, quindi, ci siamo occupati prima di tutto di riorganizzare la parte strettamente burocratica, come la sistemazione delle delibere, l’inventario e così via“.

Proprio con l’obiettivo di realizzare al meglio questo lavoro di organizzazione e rilancio il consiglio regionale del 22 marzo scorso ha adottato tre delibere, due di ordinaria amministrazione (i poteri di firma del Presidente e la nomina di Antonio Locandro e Speranza Maiello in qualità, rispettivamente, di Vice Presidente e di Segretario del Comitato Regionale) mentre con la terza delibera abbiamo ricostruito l’organigramma della Fipav Sicilia fino al prossimo 30 giugno, procedendo con le deleghe ai vari consiglieri regionali e con le nomine di tutto lo staff organizzativo, tra conferme e nuovi incarichi, passaggi necessari per poter prendere in mano tutta la gestione del Comitato e procedere a passo spedito. Ma non ci siamo fermati qui“.

In questo mese, infatti, ci siamo confrontati anche con la Consulta dei Presidenti Territoriali per quanto riguarda la Coppa Italia di Serie D, Divisione ed Under 12/S3, abbiamo modificato la struttura della Serie C per quanto riguarda le retrocessioni e siamo in attesa di valutazione per una richiesta di autorizzazione recapitata alla Federazione Italiana Pallavolo per svolgere i nostri campionati di categoria e le coppe all’aperto, un passaggio fondamentale per poter permettere alle nostre Società di riprendere a fare attività considerate le problematiche del momento e la cronica mancanza di strutture dove poter giocare“.

Contestualmente mi sono anche confrontato con il nostro Consigliere Federale Davide Anzalone, con il quale abbiamo analizzato diverse situazioni e con il quale abbiamo condiviso lo sviluppo di processi virtuosi per il futuro del nostro movimento regionale. Infine abbiamo avuto un confronto con gli arbitri regionali, con i responsabili degli arbitri dei vari Comitati Territoriali e proprio ieri anche un incontro con i vertici federali per quanto riguarda la finale under 15 femminile, lo scorso anno affidata al CT di Palermo ma non disputata“.

Un primo mese intenso, dunque, tra difficoltà e primi passaggi molto importanti come quello, tanto atteso sulla delicata questione dei contributi della Legge Regionale 8 per l’anno 2020. Ciononostante abbiamo già realizzato due incontri interlocutori con l’Assessorato Regionale allo Sport. In un’occasione ho incontrato personalmente l’Assessore Manlio Messina, nel secondo incontro abbiamo realizzato un tavolo tecnico con il Capo di Gabinetto, dottore Giacona, con il Responsabile Servizio Sport, Dott. Tornabene e con il Vicario dell’Assessorato, dott. Pisano, e stiamo tentando già nella prossima settimana di arrivare ad una soluzione positiva per concedere questi contributi alle tantissime società che ne hanno assolutamente bisogno“.

Spazio anche alle richieste , con attenzione particolare dedicata al beach volley ed all’inizio della Coppa Italia Serie D. Nel primo caso il Presidente Di Giacomo ha evidenziato che già qualche Società abbia avanzato richieste per poter giocare e che Speranza Maiello, consigliere delegato per il settore beach snow e sitting volley, sia già al lavoro per avviare l’attività al meglio non appena sia possibile.

Pronti per partire, invece, con la Coppa Italia Serie D: “Abbiamo definito proprio oggi una prima formula per far svolgere questa Coppa e lunedi la sottoporrò al Consiglio Regionale per partire il prima possibile, speriamo già dall’8 maggio. Sono circa 10 squadra maschili e 19 femminili, una discreta adesione nonostante il momento ma chiaramente mi sarebbe piaciuto avere più adesioni, soprattutto nel maschile dove ancora il movimento non è molto sviluppato, anche per le difficoltà di spazi a disposizione, per questo assume grande importanza la nostra richiesta di poter svolgere attività all’aperto“.

Trasparenza, comunicazione e progetti futuri. Ancora una volta il Presidente Di Giacomo torna su un argomento a lui tanto caro e traccia la strada per i prossimi obiettivi. “È stato un mese difficile e stiamo lavorando in silenzio per bruciare le tappe e poter ripartire immediatamente. Qualcuno ci ha anche criticato per la poca pubblicità degli atti ma noi siamo convinti di procedere in maniera assolutamente trasparente cosi come abbiamo sempre promesso durante i mesi precedenti alla mia elezione“.

È stata costruita un’ottima squadra di comunicazione diretta dalla consigliera delegata Rossana Giacalone (Delega in comunicazione, museo del volley e aspetti legali) in continua attività e già al lavoro per ridare forma corretta alla comunicazione del Comitato e rilanciarla con tutta una serie di iniziative che sono in procinto di partire.

Tra le quali il Museo del Volley: uno spazio che ci permetterà, anche adottando le ultime tecnologie a nostra disposizione, di rivivere e rendere viva la bellissima storia del nostro movimento, condividendo foto importanti, cimeli storici, trofei di prime squadre e giovanili, cosi come successi importanti del nostro mondo arbitrale, per far si che la storia del nostro movimento non venga dimenticata. C’è tanta armonia e tanta voglia di fare bene da parte dello staff e dei consiglieri“, conclude il Presidente.

Superata questa prima fase di ristrutturazione, fisiologica dopo un passaggio di consegne, procederemo al meglio per risolvere tutte queste criticità e iniziare a dialogare con le figure cardine a livello regionale del mondo sportivo, cosi da realizzare un protocollo che possa sostenere le nostre società nel confronto con le istituzioni, magari facendo sistema anche con altri Presidenti Regionali. Io personalmente e tutta la nuova Fipav Sicilia rimane a disposizione ed accanto a tutte le Società. Nonostante il momento difficile, con grande passione e sacrificio, stiamo facendo quello nelle nostre corde per ripartire nella maniera migliore non appena sarà possibile“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Il Principe e il Povero

E proprio vero “u saziu nun po' cridiri o diunu, è facile fare la persona di principio con l’appannaggio annuo di 2.000.000 sterline che ti passa to nonna". Fu a quel punto che comprese l’importanza e la fortuna di essere povero

Politica

di Elio Sanfilippo

Il putiferio palermitano del Pd

Il putiferio all’interno del Partito democratico palermitano pare che sia scoppiato in seguito ad una intervista rilasciata dal segretario Rosario Filoramo accusato di autoreferenzialità, di una gestione accentratrice del partito e, soprattutto, di avere lanciato la sua sindacatura a sindaco di Palermo senza alcuna consultazione e riunione degli organismi dirigenti. 

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti