Il robot mangia-plastica a Palermo: ecco il Seabin LifeGate alla Cala | FOTO-VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

PROTEGGERÀ IL MARE DALL'INQUINAMENTO

Il robot mangia-plastica a Palermo: ecco il Seabin LifeGate alla Cala | FOTO-VIDEO

5 Agosto 2019
PH: Seabin Project
PH © Nicolò Piccione/LifeGate
Digiesi, D'Agostino, Todaro, Isidori, Monti, Roveda, La Mattina.
PH: Seabin Project
FOTO FB: DragFlow Sud
PH: Seabin Project
FOTO FB: DragFlow Sud

FOTO IN ALTO, VIDEO IN BASSO

Palermo è il primo Capoluogo siciliano a dotarsi del robot “mangia-plastica” Seabin LifeGate. Installato presso il Porticciolo della Cala, grazie all’impegno di Best Western Italia, il dispositivo si occupa concretamente del problema della plastica in mare e dei rifiuti galleggianti.

Grazie ai soggiorni dei clienti e al contributo degli albergatori Best Western, il robot – secondo le stime medie di funzionamento – raccoglierà 1,5 kg di detriti al giorno per un totale di 2 tonnellate di rifiuti che corrispondono a 150 mila sacchetti di plastica, 130 mila bottigliette PET da 0,5 l e 1 milione di tappi di plastica. La peculiarità di questo dispositivo è però la sua capacità di catturare anche le microplastiche e microfibre invisibili e invasive.

Seabin Lifegate, cala Palermo
PH © Nicolò Piccione/LifeGate

Il Seabin è stato acceso giovedì scorso dal presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti, con Sara Digiesi (Chief Marketing Officer di Best Western Italia), Simona Roveda (Direttore Editoriale e Comunicazione di LifeGate), Giuseppe Todaro (Presidente della Piccola Industria di Sicindustria Palermo e di CDA OSP Operazioni Servizi Portuali), Roberto D’Agostino (Assessore comunale al Bilancio) e Piero La Mattina (Comandante Battello Ecologico “Stella Maris” OSP Operazioni Servizi Portuali).

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del Seabin Project, diffuso già in tantissimi altri porticcioli italiani e stranieri. Il tutto per combattere l’uso della plastica monouso, anche con l’impegno degli albergatori e dei turisti.

L’hashtag di riferimento è #StayPlasticLess.

GUARDA I VIDEO IN BASSO

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.