Il sicilianista Busalacchi comincia la campagna elettorale per la scalata a Palazzo d'Orleans :ilSicilia.it

manifestazione con 150 persone nel capolugo etneo

Il sicilianista Busalacchi avvia la campagna per le regionali

di
22 Marzo 2017
Musumeci? Crocetta? Cancelleri? Lagalla? Cracolici? Intanto, chi è sceso in campo ufficialmente è Franco Busalacchi, candidato alla presidenza della Regione siciliana per I Nuovi Vespri.

Un candidato sicilianista doc, che ha già iniziato la propria campagna elettorale da Catania: “Sono particolarmente legato a Catania – dichiara all’Italpress – città dove ho lavorato per quasi dieci anni. I miei ricordi sono legati soprattutto al Teatro ‘Bellini’, che è un’eccellenza culturale della Sicilia”. Busalacchi e il teatro hanno un rapporto privilegiato, perché per circa dieci anni è stato amministratore unico del Teatro lirico ‘Bellini’. “Detto questo – aggiunge il candidato – non posso non segnalare il pressappochismo con il quale viene amministrata questa bellissima città. Il traffico automobilistico è caotico fino all’inverosimile. Questo perché il Comune autorizza lavori stradali senza avvertire i cittadini e, quel che è peggio, senza fornire alternative agli automobilisti. Il segno di un’Amministrazione comunale lontana dai bisogni dei cittadini”.

Il tour di Busalacchi è cominciato con un incontro con l’editore del quotidiano, La Sicilia, Mario Ciancio Sanfilippo, e sua figlia Angela. A Ciancio il candidato sicilianista la sua ultima ‘fatica’ letteraria: il romanzo “Famiglie vi odio”. Dopo l’incontro con Ciancio, Busalacchi ha partecipato a una manifestazione alla presenza di circa 150 persone.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.