Il sondaggio de ilSicilia.it: "Vuoi nuove elezioni?". Vincono i SÌ, ma... | RISULTATI :ilSicilia.it

L'ESITO DELLA MISURAZIONE

Il sondaggio de ilSicilia.it: “Vuoi nuove elezioni?”. Vincono i SÌ, ma… | RISULTATI

di
12 Agosto 2019

Dopo la rottura del patto Lega-5Stelle e la conseguente crisi di governo abbiamo proposto il nostro sondaggio: “Vuoi nuove Elezioni Politiche? SÌ o NO”. Si è votato da giovedì 8 agosto alle 18, fino a domenica 11 agosto, alle 23,59.

Quattro le alternative proposte:

  • SÌ, non ci sono più le condizioni per continuare con questo governo: elezioni anticipate
  • NO, il governo Conte deve andare avanti così com’è per onorare il ‘contratto’
  • Mattarella dia vita a un nuovo governo con tutti partiti che vogliono starci
  • Meglio un rimpasto cambiando alcuni ministri

ANALISI

È evidente che, come dicono le previsioni di tutti gli altri sondaggi nazionali che danno la Lega favorita, c’è uno zoccolo duro del Paese che vuole tornare al voto con elezioni anticipate. Anche nel nostro sondaggio dunque vince il .

Una vittoria netta (53,05%) rispetto alle altre tre alternative proposte. Tuttavia, le altre tre sostanzialmente indicavano un NO al nuovo voto, anche se con modalità diverse: sommando le tre opzioni (continuare col governo Conte, governo tecnico, rimpasto) si arriva a un 46,95%.

Una forbice di soli 6 punti percentuali quindi divide i sì dai no.

Il Paese quindi sembra diviso ancora a metà. Da un lato la paura di instabilità politico-economica, dall’altro la volontà di esprimere comunque il proprio voto alle urne. In ogni caso il partito di Salvini resta al comando di tutti i sondaggi.

Toccherà probabilmente al Presidente della Repubblica, il palermitano Sergio Mattarella, sciogliere il nodo della crisi di governo.

RISULTATI

 

Ancora una volta ringraziamo i nostri lettori per aver espresso il loro voto, collegandovi sul nostro sondaggio. Ricordiamo che non si è trattato di un sondaggio scientifico, non essendo noi un istituto di rilevazioni demoscopiche, ma di un modo per registrare comunque un orientamento. Il campione di chi ha votato non è “selezionato”, ma tutti indistintamente avete potuto votare, collegandovi su ilSicilia.it ed esprimendo la vostra preferenza. Il sondaggio è stato, dunque, l’occasione per far partecipare voi lettrici e lettori a questo dibattito e permetterci di conoscere come la pensate su questa vicenda di rilievo nazionale. Inoltre, nessuno ha potuto votare due volte, perché il sistema in automatico ha registrato i doppi voti, annullandoli.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.