Il sondaggio del Tg La 7: cresce ancora Calenda, giù Renzi. Centrodestra in testa | ilSicilia.it :ilSicilia.it

la rilevazione di swg

Il sondaggio del Tg La 7: cresce ancora Calenda, giù Renzi. Centrodestra in testa

di
10 Dicembre 2019

Non ci sono grandi scossoni nel sondaggio politico del 9 dicembre, realizzato da SWG per il Tg La7 condotto da Enrico Mentana, con il centrodestra sempre avanti e con le forze che sostengono il governo in difficoltà. Cresce ancora, in compenso, Carlo Calenda, con il suo “Azione.

La Lega di Matteo Salvini resta primo partito con il 33 per cento pur perdendo qualche zerovirgola, mentre Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, oggi otterrebbe il 9,8 per cento. Recupera qualcosa Forza Italia di Silvio Berlusconi con il 5,3. Nel centrodestra, infine, “Cambiamo” di Giovanni Toti, se si votasse oggi, otterrebbe l’1,3 per cento. Complessivamente il centrodestra sarebbe votato dal 49,4 per cento degli Italiani.

Tengono i partiti della maggioranza che sostiene il governo Conte bis: stabile il Movimento 5 stelle al 15,5 per cento. Recupera qualche cosina il Partito democratico, che ottiene il 18 per cento, mentre flette come “Italia Viva“: il partito di Matteo Renzi, che perde lo 0,3 e si ferma al 4,6 per cento.

Chi aumenta ancora i propri consensi è “Azione“, la neonata formazione di Carlo Calenda, che fa registrare un buon 3,5 per cento.

Per quanto riguarda le altre formazioni politiche, la “Sinistra” (dato che include Leu ma anche MdP e Articolo 1) otterrebbe il 3,2 per cento; + Europa viene data all’1,5 per cento, mentre i Verdi sarebbero al 2,2 per cento.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro