11 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.27

Le forze di centrodestra raggiungono insieme il 46,5 per cento

Il sondaggio di Ipsos per il Corriere incorona la Lega che va al 34,7. M5s al 28,7

3 Novembre 2018

Vola la Lega nel sondaggio realizzato da Ipsos di Nando Pagnoncelli per il Corriere della Sera. Il Carroccio, sotto la spinta propulsiva di Matteo Salvini, se si votasse oggi otterrebbe il massimo risultato fin dalla sua nascita, con il 34,7%. Rispetto alle politiche del marzo 2018, perde invece quasi quattro punti percentuali il Movimento Cinque Stelle, che si attesa sul 28,7%, smarrendo parte del suo elettorato. Segue il Pd che è fermo al 16,5% mentre alle Politiche aveva preso il 18,7.

Sul fronte centrodestra, la crisi di Forza Italia non accenna a terminare e infatti i berlusconiani sono oggi all’8,7%. Quindi ci sono tutte le altre forze: Più Europa con Emma Bonino è al 2,7%, mentre perde qualche punto Fratelli d’Italia, anch’essa al 2,7, mentre a marzo aveva ottenuto il 4,3. Non entrerebbe in parlamento Liberi e Uguali, che è bloccata sul 2,1%.

Dal sondaggio del Corriere della Sera emerge che il centrodestra sarebbe oggi al 46,5%, mentre alle scorse Politiche si era fermato al 37 per cento. Dunque, oggi potrebbe governare e contare sulla maggioranza dei seggi a disposizione, superando ampiamente la soglia del 40 per cento. Crisi profonda, invece, per il centrosinistra che non supera il 20 per cento. Tenendo conto dell’attuale maggioranza di governo Lega + M5S, questa potrebbe oggi contare (se fosse alleata in una coalizione) nel 63 per cento dei consensi.

Dunque, il governo tiene nel gradimento degli elettori, anche se la figura del premier Conte, dal sondaggio risulta un po’ appannata rispetto all’ultima rilevazione.

Dai dati emerge, inoltre, come la Lega confermi la propria forza al Nord e si stia rafforzando al Sud, dove è in costante crescita. Il Movimento 5 Stelle perderebbe al Centro e al Nord in favore del Carroccio, mentre sarebbe ancora saldamente il primo partito al Sud.

Per consultare il sondaggio clicca QUI

 

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.