21 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.26

La proposta del ministro Salvini

Il sondaggio: sei favorevole o contrario al censimento dei Rom? [VOTA QUI]

20 Giugno 2018

Sei favorevole o contrario al censimento dei Rom presenti in Italia? ilSicilia.it lancia questo sondaggio alla luce della recente proposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ha suscitato non poche polemiche e acceso il dibattito politico.

Da un lato, i favorevoli fanno leva sulla necessità di conoscere chi e quanti sono i Rom presenti sul territorio italiano e, più in generale, i nomadi che vivono nei campi di molte città. I fautori del censimento sottolineano come questo possa essere un modo anche per prevenire episodi di microcriminalità, di cui a volte i nomadi si sono resi in passato protagonisti, e anche per far pagare loro le tasse e far rispettare le leggi soprattutto sull’obbligo di mandare i bambini a scuola. I contrari affermano che si tratta di una schedatura su base etnica, che assomiglia alle politiche razziali messe in atto dall’Italia e dalla Germania a fine anni ’30 e che dunque, è una proposta inaccettabile.

Peraltro, anche l’amministrazione di sinistra di Milano, guidata dall’allora sindaco Pisapia, nel 2012 aveva realizzato un censimento dei campi nomadi per individuare i bambini presenti e farli andare a scuola. E provvedimento analogo era avvenuto, sempre a Milano, nel 2006 ad opera della Provincia guidata da una coalizione di centrosinistra.

Si può votare fino alle 23,59 di sabato 23 giugno. 

TU COSA NE PENSI?

RISULTATI

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.