15 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.40

La parola a voi lettori

IL SONDAGGIO. Sì o no alla chiusura di negozi e centri commerciali la domenica e festivi? VOTA QUI

11 Settembre 2018

Prendiamo spunto dal dibattito di questi giorni per chiedere a voi lettori de ilSicilia.it un’opinione sulla proposta di chiudere i negozi e i centri commerciali le domeniche e i festivi.

In un primo momento, il vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio, aveva parlato di chiusura, anche se a seguito delle polemiche che ne sono scaturite ha spiegato che l’ipotesi è quella di una turnazione, in modo che ogni domenica il 25 per cento di negozi e centri commerciali potranno, a turno, restare aperti mentre il 75 per cento saranno chiusi.

La domanda che abbiamo posto a voi lettori per il nostro sondaggio è: “Sì o no alla chiusura di negozi e centri commerciali la domenica e festivi?”

Si può votare dalle ore 11 di martedì 11 settembre fino alle 20 di giovedì 13 settembre. 

RISULTATI

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.