Il sondaggio Swg: la Lega si conferma primo partito. Ecco come sarebbe se si votasse oggi | ilSicilia.it :ilSicilia.it

L'esito, comunicato dal direttore del Tg La 7 Mentana

Il sondaggio Swg: la Lega si conferma primo partito. Ecco come sarebbe se si votasse oggi

26 Giugno 2018

Cresce ancora la Lega e si conferma come prima forza politica italiana, rispetto al Movimento 5 stelle che da marzo perderebbe tre punti percentuali. Questo, l’esito del sondaggio Swg per La 7 del 25 giugno, diffuso dal direttore del Tg La7 Enrico Mentana.

La Lega, alle scorse elezioni di marzo aveva ottenuto il 17,5 mentre adesso sarebbe nientemeno che al 29,7 per cento, dunque con oltre dodici punti percentuali in più. Gli elettori mostrano, dunque, di apprezzare le dichiarazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini ora sulle Ong, ora sui Rom, ora su Saviano.

Soffrono i pentastellati, che non riescono a scollarsi dal 29,4 per cento. A pesare sull’esito della rilevazione c’è una certa difficoltà di Luigi Di Maio nel comunicare le posizioni dei 5Stelle di governo.

Nel centrodestra a trazione leghista calano Forza Italia e Fratelli d’Italia. Il partito di Berlusconi, se si votasse oggi, non supererebbe l’8,4 per cento contro il 14 per cento delle Politiche; la formazione guidata da Giorgia Meloni, invece, rispetto al 4,4 delle elezioni di marzo, otterrebbe uno stentato 3,8 per cento che con l’attuale legge elettorale garantirebbe comunque una pattuglia di parlamentari.

Se le forze del centrodestra si presentassero in coalizione, comunque, supererebbero la soglia del 40 per cento che consentirebbe loro di governare da soli.

Nel centrosinistra, il Pd avrebbe il 18,8, di fatto un risultato invariato rispetto a marzo, quando aveva preso il 18,7 per cento. Si ferma all’1,7 “Più Europa con Emma Bonino“, mentre Liberi e Uguali non andrebbe oltre il 2,4 per cento. Infine, “Potere al Popolo” si attesterebbe sull’1,9 per cento.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.