Il tram a Palermo e il viaggio in Francia dell'ex vicesindaco Arcuri e dell'architetto Li Castri :ilSicilia.it
Palermo

L'interrogazione del gruppo OSO

Tram a Palermo e il viaggio in Francia dell’ex vicesindaco Arcuri e dell’architetto Li Castri

di
15 Maggio 2020

Perché l’ex assessore alle Infrastruture Emilio Arcuri e l’ex funzionario del Comune di Palermo, l’architetto Mario Li Castri sono andati in Francia durante la fase di espletamento del concorso Sistema Tram – fase II? È questa la domanda che si pongono i consiglieri comunali del gruppo Oso: Giulia Argiroffi e Ugo Forello.

Scrivono nella interrogazione “Al viaggio che l’assessore Emilio Arcuri e il funzionario architetto Mario Li Castri fecero in Francia durante la fase di espletamento del concorso “Sistema Tram- fase II” progetto generale e progetto I° stralcio o nel periodo temporale immediatamente successivo all’esito dello stesso, per incontrare i rappresentanti di una ditta francese, per il quale viaggio l’assessore Emilio Arcuri e il funzionario architetto Mario Li Castri, sono stati prelevati presso le loro abitazioni da autisti del Comune di Palermo durante la notte”.

I due consiglieri chiedono all’Amministrazione comunale: “La data precisa del viaggio in oggetto e la durata dello stesso; a quale soggetto sono state addebitate le spese del viaggio de quo e con quale giustificativo; quale sia il motivo del viaggio in oggetto dell’assessore Emilio Arcuri e il funzionario architetto Mario Li Castri; il nominativo degli altri partecipanti, insieme all’assessore Emilio Arcuri e il funzionario architetto Mario Li Castri al viaggio in oggetto; quale sia la ditta incontrata e quale sia il rapporto che tale ditta intratteneva al momento del viaggio in oggetto e quale il rapporto che intrattiene oggi con l’Amministrazione Comunale di Palermo”.

concorso tramL’aggiudicazione del concorso, è stata fatta in favore del Gruppo di progettazione composto da Ruggero Cassata (capogruppo), Dino Bonadies, Alberto Scotti e Giovanni Cassata. 

220 mila euro era il premio per le nuove linee del tram che dovrebbero arrivare nel capoluogo siciliano. Il vincitore del concorso a quanto pare ha ricevuto un premio di 100.000 euro mentre la proprietà del progetto resterà del Comune di Palermo. Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di  50.000 mila euro, al terzo trentamila e sia al quarto che al quinto un premio di 20.000 euro. Ma il team di Ruggero Cassata ha rinunciato al premio ed ha ricevuto l’incarico per lo studio di fattibilità, la progettazione definitiva e per tutto quello che ci sta connesso per un importo di 27milioni di euro.

Il costo massimo dell’intervento generale per le nuove linee del tram da realizzare è fissato nell’importo di 657 milioni di euro, di cui 515 per le sole opere. Il costo massimo dell’intervento del primo stralcio da realizzare è fissato nell’importo di 198 milioni di cui 157 per le sole opere.

Indovinate chi faceva parte della commissione che ha verificato i progetti? L’architteto Mario Li Castri, ex capo dell’area tecnica del Comune di Palermo. Per chi ha corta memoria proprio l’architteto Li Castri è da tempo ai domiciliari insieme ad altre sei persone nell’ambito dell’inchiesta della guardia di finanza e dei carabinieri che ha ipotizzato l’esistenza di un comitato d’affari composto da imprenditore, professionisti e burocrati anche all’interno del comune di Palermo in merito agli appalti edilizi nel capoluogo siciliano .

L’ex vicesindaco di Palermo e assessore alla Riqualificazione urbanistica, Emilio Arcuri a quanto pare si fidava ciecamente di Mario Li Castri, il funzionario comunale ex dirigente ad interim voluto da Orlando.

“Li Castri era il presidente della commissione. Il realtà non aveva titolo perché doveva essere un dirigente a farlo, mentre lui aveva avuto una proporoga di un mese al momento della nomina come presidente ad agosto 2017. Nei mesi successivi sino alla nomina del vincitore è stato un semplice funzionario in evidente disaccordo con quanto previsto dalla legge. Con una forzatura fatta dal sindaco che lo aveva scelto e confermato”. Afferma a ilSicilia.it Giulia Argiroffi. 

 

 

LEGGI ANCHE:

Terremoto al Comune di Palermo, il pentito: “Li Castri è persona del sindaco Orlando”

Concorso Dirigenti Tecnici: ammessi in graduatoria “i fedelissimi” di Orlando arrestati oggi

Concorso idee 3 nuove linee tram: le 9 buste top secret [FOTOGALLERY]

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

La stramberia dello stop alla Ztl notturna a Palermo

E’ possibile che questo sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non riesca a mettere un freno alle stramberie del suo assessore alla Mobilità, Giusto Catania? Evidentemente, non ha una grande considerazione per i palermitani, proponendo l’abolizione della Ztl nella fascia oraria notturna
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.